torna su
25/09/2018
25/09/2018

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

L'arte per tutti: aprono le porte dei palazzi di Roma

Parla il direttore artistico di Turismo Culturale Italiano

di Redazione | 2016-11-26 5/11/2015 ore 16:11
(ultimo aggiornamento il 26 novembre 2016 alle ore 20:01)

Spesso non ci rendiamo conto della bellezza e dei tesori offerti dalla città in cui viviamo. Un po’ per abitudine, un po’ per la frenesia degli impegni tendiamo a rimandare la curiosità per le opere d’arte celate dietro ogni angolo con l’idea di poterlo fare in un altro momento. Ora però non abbiamo più scuse. Una bellissima iniziativa di Turismo Culturale Italiano ci da l’occasione di fare un tuffo nella storia, nell’arte e nell’architettura della Capitale accedendo a oltre 50 palazzi romani, molti dei quali privati e chiusi al pubblico, con visite guidate condotte da storici dell’arte e conferenzieri. Si tratta della III Edizione di Palazzi di Roma a Porte Aperte, un’opportunità speciale, una ‘passeggiata’ culturale tra i gioielli della città Eterna, simboli della grande cultura umanistica, della straordinaria ricerca architettonica e della sperimentazione di nuove forme dell’arte operata nei secoli da artisti e architetti. Radiocolonna ha intervistato la dr.ssa Consuelo Lollobrigida, storico dell’arte, docente universitario e direttore artistico e culturale di Turismo Culturale Italiano. (gc)

 

1) Manifestazione giunta alla sua terza edizione, un appuntamento speciale che per tutto il mese di novembre vedrà l’apertura straordinaria di palazzi romani, molti dei quali privati e solitamente chiusi al pubblico. Ma qual è il vero obiettivo di questa bellissima iniziativa? E soprattutto a chi è rivolta?

Il vero obiettivo è sensibilizzare sempre di più il grande pubblico al patrimonio storico-artistico romano, soprattutto quello meno conosciuto. Attraverso la visita dei palazzi storici si capisce molto chiaramente la stratificazione architettonica artistica e culturale di Roma. Un Palazzo, come quello della Cancelleria, dimostra le sovrapposizioni della storia dall’antichità all’unità d’Italia, contribuendo inoltre alla comprensione del ruolo della Chiesa in età pontificia ed attuale. Ma anche la La Loggia dei Cavalieri di Rodi sul Foro di Augusto, di pochi decenni precedente rispetto al palazzo della Cancelleria, incarna la vera essenza della città: antichità classiche(il Foro di Augusto), l’epoca medievale degli ordini cavallereschi, il gusto rinascimentale.

 

2) Un ‘tour’ dei palazzi romani anche seguendo un certo excursus storico-artistico cronologico che copre i vari ambiti e momenti artistici e architettonici. Perché si è decido di procedere in tal senso?

 

Perché è il più adatto alle esigenze didattiche che questa iniziativa si propone. Volendo un visitatore può partecipare a tutte le visite ed avere alla fine della manifestazione un’idea chiara dello sviluppo storico urbanistico e architettonico della città attraverso la “lettura” dei suoi palazzi.

 

3) Raffaello, Vasari, Borromini, Bernini e Canova sono solo alcuni dei geni italiani che potranno essere ammirati durante le visite gidate ai palazzi. Può fare qualche esempio di ciò che la gente avrà l’opportunità di scoprire? Qualche particolarità d’eccezione?

 

Oltre a questi grandi nomi, i più conosciuti dal grande pubblico, si può ricordare il magnifico soffitto dei semidei in Palazzo dei Penitenzieri, opera di Bernardino di Betto, detto Pinturicchio. Oppure seguire le vicende della famiglia Orsini in Palazzo Taverna, L’intento è anche un po’ quello di ‘smontare’ quest’idea di genio tipica della critica ottocentesca e crociana. L’arte ha una sua dignità in sé e, come strumento di comunicazione, è prima di tutto un mezzo per imparare e conoscere.

 

4) C’è un grande ritorno alla passione per l’arte, le istituzioni stanno agendo al meglio o si potrebbe fare di più?

In una città come Roma, capitale di un paese quale è l’Italia, si può, si deve fare di più. E’ un obbligo dello Stato e dei suoi cittadini.

 

Idee per il weekend:

 

venerdì 6 novembre 2015 ore 15.10:

Il Palazzo della Valle

venerdì 6 novembre 2015 ore 9.45:

Il Palazzo Tonti

Prenotazione obbligatoria.
Quota visita guidata Euro 10.00. Ingresso gratuito.
App.to in Largo del Nazareno, al palazzo

sabato 7 novembre 2015 ore 9.45:

Il Palazzo Rondinini

Quota visita guidata Euro 10.00. Ingresso gratuito.

App.to in piazza del Popolo, angolo Via di Ripetta, davanti alla chiesa di Santa Maria dei Miracoli

sabato 7 novembre 2015 ore 10.10:

La Galleria di Palazzo Muti Papazzurri
 Prenotazione obbligatoria.
Quota visita guidata e contributo d’ingresso Euro 12.00.
App.to in piazza della Pilotta

sabato 7 novembre 2015 ore 15.45:

I Palazzetti del Rinascimento
Prenotazione obbligatoria.
Quota visita guidata Euro 10.00.
App.to in via Giulia / piazza dell’Oro, alla chiesa di San Giovanni dei Fiorentini

domenica 8 novembre 2015 ore 16.15:

Il Palazzo della Rovere a Trevi
Prenotazione obbligatoria.
Quota visita guidata Euro 10.00. Ingresso gratuito.
App.to in piazza Santi Apostoli, 51, al palazzo

Stampa

A proposito dell'autore

16828 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014