torna su
23/10/2018
23/10/2018

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Klimt Experience arriva a Roma dal 10 febbraio: immergetevi nella sua arte

I dipinti dell’artista austriaco come non li avete mai visti, alla Sala delle Donne del Complesso Monumentale del San Giovanni Addolorata fino al 10 giugno

di Chiara Laganà | 2018-02-9 9/02/2018 ore 18:22

Klimt Experience, le opere dell'artista come non le avete mai viste in mostra a Roma fino a giugno © Klimt Experience

Dopo il successo di Firenze, Caserta e Milano, la Klimt Experience sbarca a Roma, dal 10 febbraio al 10 giugno sarà possibile visitarla alla Sala delle Donne del Complesso Monumentale del San Giovanni Addolorata.

Prodotta dal CrossMedia Group, Klimt Experience permette al visitatore di immergersi “completamente” nei dipinti dell’artista. Un viaggio dentro l’arte di Klimt, riguardando tutti i suoi capolavori L’Albero della Vita, Il Bacio, Le Tre Età della Donna (conservato alla GNAM) e Giuditta in un modo innovativo.

Il percorso espositivo di quest’esperienza multimediale per ri-scoprire l’arte di Klimt vi porta nella Vienna di fine ‘800 e dà vita ai particolari più infinitesimali dei dipinti dell’artista austriaco anche merito della VR che permette di entrare dentro quattro delle sue opere.

“Faccio fatica a chiamarla mostra – spiega Federico Galdas – ha un linguaggio diverso, appartiene ai new media, Klimt Experience avrà presa sui ragazzi, i millennials. Arriva a Roma dopo l’esordio a Firenze, dove ha venuto 75mila biglietti, Klimt Experience è arrivata alla Reggia di Caserta e poi al MUDEC”, al museo milanese dove sono stati staccati più di 100mila biglietti.

Prima di Roma, Klimt Experience ha venduto nelle altre tre tappe 350mila biglietti, ma nella Capitale l’esperienza multimediale si aspetta di fare di più. Complice anche l’ultima sala, la sala degli specchi in cui ci si potrà “immergere” in alcuni particolari dei quadri dell’artista austriaco morto esattamente 100 anni fa il 6 febbraio del 1918. “Oltre a cogliere le emozioni, può uscire arricchito da questo percorso e saperne di più”, ha concluso Galdas.

Klimt Experience per il curatore della mostra Sergio Risaliti: “È un’esperienza straordinaria, chi la critica vive nel giurassico, perché non si vuole confrontare con la contemporaneità, contemporaneità di strutture, scritture e di forme di ricerca e creatività che possono solo far bene nella conoscenza dell’arte. Pensate quanto può far bene la multimedialità nel campo dell’archeologia. La multimedialità è semplicemente complementare agli altri strumenti tradizionali, fra un saggio specialistico e i milioni di visitatori c’è necessità di intercettare il pubblico”.

Klimt Experience però metterà d’accordo sia chi deve scoprire la vita e le opere di Klimt, sia chi conosce e apprezza già la sua arte. “Il visitatore viene qui non per vedere l’opera che si trova a Roma, a Venezia o a Vienna, ma per provare un’emozione e attraverso l’emozione si entra in contatto con la meraviglia e lo stupore di un’opera d’arte che continua a dare l’umanità forti emozioni. Per loro, poi, inizia un altro percorso: acquistano il libro, tornano a Roma a vedere dal vivo il quadro o al Belvedere di Vienna per continuare a vedere la sua opera”, ha proseguito il curatore.

Il visitatore rivive l’opera dell’artista che amava ritrarre molte donne incinta, curiosamente Klimt Experience è ospitata nella Sala delle Donne del Complesso Monumentale del San Giovanni Addolorata, il palazzo che sembra una chiesa ma che ha ospitato per anni l’Ospedale delle Donne.

Il direttore dell’Azienda ospedaliera, la dottoressa Ilde Coiro, ha confermato che la Klimt Experience servirà “a valorizzare il patrimonio artistico dell’ospedale, già da qualche anno abbiamo aperto a iniziative culturali le porte delle nostre sale. Abbiamo trovato l’iniziativa molto interessante”. Un’iniziativa che servirà al nosocomio “gli introiti di quest’attività serviranno ad acquisire macchinari per ridurre le liste di attesa”.

Klimt Experience è diretta da Stefano Fomasi che ha paragonato l’esperienza visiva al cinema degli albori: “Non portiamo i quadri vari, vogliamo comunicare l’arte con la tecnologia”.

Klimt Experience è un’esperienza che unisce arte, musica, immagini, un’occasione unica per entrare dentro l’opera dell’artista e vederla come non avete mai fatto prima d’ora. Una delle citazioni più note di Gustav Klimt apre la mostra: “Chi vuole sapere di più su di me, cioè sull’artista, l’unico che vale la pena di conoscere, osservi attentamente i miei dipinti per rintracciarvi chi sono e cosa voglio”. Con Klimt Experience prendono anche vita.

Info

Klimt Experience
Sala delle Donne del Complesso Monumentale del San Giovanni Addolorata
Piazza San Giovanni in Laterano, 74
Aperto tutti i giorni dalle 10 alle 19:30
Biglietti: Adulti 13 euro, studenti e over 65 10 euro, dai 5 ai 12 8 euro, under 6 gratuito.

print

A proposito dell'autore

558 articoli

Giornalista, Truffaut mi ha fatto innamorare del cinema. Scrivo anche di TV, arte, serie TV, disabilità e musica

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014