torna su
22/10/2017
22/10/2017

ADV

CARICAMENTO IN CORSO

I funerali di Bud Spencer nella Chiesa degli Artisti a Piazza del Popolo

La piazza gremita di fan

di Redazione | 30/06/2016 ore 17:25

Oltre un centinaio di persone, a piazza del Popolo, davanti alla chiesa degli Artisti, per il funerale di Bud Spencer iniziato alle ore 12. Un gruppo ha indossato una maglietta con il volto di Bud Spencer. Sui libri all'entrata hanno scritto un ricordo in memoria dell'attore scomparso negli scorsi giorni: “Grazie di tutto”, si legge su una delle pagine.

Il feretro di Bud Spencer è arrivato alla chiesa degli Artisti, accolto da un lungo applauso dei presenti in piazza e dalle note di una piccola orchestra che ha suonato sulle note di 'Dune buggy', colonna sonora del suo film 'Altrimenti ci arrabbiamo'.

Tante le persone ad accoglierlo, tra cui alcuni volti noti del mondo dello spettacolo e non solo: Carlo Vanzina, Massimo Ghini, l'amico e compagno di tanti film Terence Hill, Fulvio Lucisano e anche l'ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno. All'ingresso della chiesa c'è anche una corona di fiori dedicata a Bud Spencer dal presidente della Lazio, Claudio Lotito.

Alcune persone si sono affacciate dalle finestre e dai balconi dei palazzi di piazza del Popolo intorno alla chiesa degli Artisti per rivolgere un ultimo saluto e un lungo applauso al momento dell'uscita del feretro dell'attore scomparso lunedì.
I presenti in piazza hanno iniziato a intonare il coro 'Bulldozer, bulldozer' per ricordare l'attore scomparso lunedì citando il titolo del suo film del 1978 'Lo chiamavano Bulldozer' in cui interpretava il ruolo di un ex giocatore di football americano. Altri, all'uscita del compagno di tanti film Terence Hill, hanno iniziato a urlare “Trinità, Trinità”, in onore di un'altra loro pellicola. A seguire il feretro anche una foto alta circa un metro di Bud Spencer.

 “Ora vedrai che anche gli angeli mangiano fagioli”: è la frase che si legge sullo striscione che i tifosi della curva nord della Lazio hanno preparato per il funerale di Bud Spencer e che hanno srotolato al momento dell'uscita del feretro al termine dei funerali dell'attore scomparso lunedì. Il riferimento dello striscione è al film diBud Spencer del 1973 dal titolo 'Anche gli angeli mangiano fagioli'.
“Bud ripeteva sempre una frase, 'ma non abbiamo mai litigato', e la ripeteva continuamente. Era la dimostrazione che noi ci rispettiamo e ci amiamo”. Così Terence Hill, compagno di tanti film di Bud Spencer, ha ricordato durante il suo funerale l'attore scomparso lunedì.

“Quando Giuseppe mi ha comunicato che Bud era andato via – ha detto ancora Terence Hill – ero ad Almeria, in Spagna, nello stesso punto dove ci siamo incontrati la prima volta, per girare il nostro primo film. E dopo la confusione, il dispiacere, il dolore, è arrivata una sensazione di calma, quasi di gioia: ho capito che niente avviene a caso, che la vita è eterna e che per questo Bud la viveva con gioia. Sono certo che quando lo incontrerò – ha concluso – mi verrà incontro con la sua sella in spalla e mi dirà 'ma non abbiamo mai litigato'”.

Durante le esequie l'attore Franco Nero ha letto la preghiera degli artisti, mentre Giuseppe Pedersoli, il figlio dell'attore scomparso, ha raccontato della loro famiglia “allargata” composta da parenti e dagli attori che “hanno lavorato con lui”, oltre che dal “pubblico che non ha mai smesso di volergli bene”.

“Bud era sempre una persona disponibilissima. Avevo un buon rapporto con lui. Credo che sia uno dei pochi attori conosciuti internazionalmente”. Così il produttore Fulvio Lucisano arrivando alla chiesa degli Artisti per il funerale di Bud Spencer e mostrando una “foto ripescata stamattina” in cui è a Miami a fianco di Spencer.
“Era capace di trasmettere il senso di un'Italia buona e forte. Politicamente non si impegnava, era un amico, era di destra”. Così l'ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ricorda Bud Spencer. (Fonte Omniroma)

Stampa

A proposito dell'autore

14239 articoli

Redazione

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014