torna su
18/01/2021
18/01/2021

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Agenda 2 Marzo

La Street Art tra dimensione artistica globale e localismo, Nduccio…

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 2/03/2016 ore 10:20
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:16)

La Street Art tra dimensione artistica globale e localismo

Biblioteca Rispoli, Piazza Grazioli 4- mercoledì 2 marzo , ore 16:30

 

Incontro

“Cambia prospettiva. La strada è il tuo nuovo museo”, le città come un posto in cui poter esporre. L’arte di strada offre infatti la possibilità di avere un pubblico vastissimo, spesso molto maggiore di quello di una tradizionale galleria d’arte.

Intervengono:

Paola Rosati – Associazione LEI PUO’, Stefano Santucci Antonelli – 999 Contemporary, Emiliano Tagliavini e Cristina Giuliani – Associazione Residenti Tor Marancia.
Durante l’incontro si parlerà di:
L’uso creativo del muro; con curiosità e senza pregiudizi cerchiamo di orientarci tra graffitismo e complesse iconografie.
Il progetto Big City Life; esperienza di arte pubblica partecipata per la riqualificazione urbana di Tor Marancia. 
Come è cambiato il quartiere; visite sempre crescenti (maggiori che nei grandi musei) e vita quotidiana.

‘Nduccio “Con tutto l’Abruzzo che posso” – One Man Show in “lingua abruzzese da esportazione”

Teatro Margerita da mercoledì 2 marzo a domenica 13 marzo

“Con tutto l’Abruzzo che posso” – One Man Show in “lingua abruzzese da esportazione”

Germano D’Aurelio, il Pescarese più conosciuto al mondo col nome di ‘Nduccio, cabarettista del Seven Show presentato in Rai da Renzo Arbore, debutta al Salone Margherita con l’opera originale: “Con tutto l’Abruzzo che posso!” 
 “CON TUTTO L’ABRUZZO CHE POSSO!” è un contenitore scanzonato della cultura popolare della regione di Flaiano e Silone, raccontato dal cabarettista più longevo del Medio Adriatico. 

La classe diGerente

da domenica 28 febbraio a domenica 17 aprile

Teatro Belli

 

Più che uno spettacolo, ‘La classe diGerente’ è un vero e proprio format arrivato già alla sua terza edizione; un susseguirsi di battute geniali, imbevute in un’atmosfera da cabaret in grado di far tuffare lo spettatore, fin dentro gli accordi

e i reati del Potere. 

Si inizia con le ‘divertenti’ contraddizioni del Giubileo e dei suoi affari. Un Giubileo che, però, porta con sé il rischio attentati. Ma quando si parla di attentati si parla di terrorismo. E quando si parla di terrorismo, inevitabilmente, si parla di guerre. E la guerra, si sa, è sempre stata una mano santa per la classe diGerente di ogni epoca, anche di questa. Passando rapidamente dai super-funerali hollywoodiani dei Casamonica, Elio ci trascina anche nelle casse dei supermercati, piene zeppe di “soldi sporchi” (fonte: relazione del 2012 di Ecomafie) e ci fa addentrare nei meandri dei centri commerciali, nuove cattedrali del riciclaggio del denaro. Ma soprattutto il regista ci narra storie e cronache non trattate dai mass media, come quella del Poligono di Quirra, in Sardegna, o della scomparsa di Franco Caddeo. E tanto altro ancora…

 

 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24637 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014