torna su
23/10/2020
23/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Agenda del 4 luglio

Brunori Sas a Capannelle, Renato Zero al Foro Italico, Ani Di Franco a Villa Ada

Marco Scotti
di Marco Scotti | 2017-07-4 4/07/2017 ore 9:19

Brunori Sas torna live per presentare il nuovo album

A casa tutto bene all’Ippodromo delle Capannelle

Brunori partirà per un tour con uno show rinnovato nel repertorio e nell’allestimento, e sarà accompagnato dalla sua band storica, composta da Simona Marrazzo (cori, synth, percussioni), Dario Della Rossa (pianoforte, synth), Stefano Amato (basso, violoncello, mandolini), Mirko Onofrio (fiati, percussioni, cori, synth) e Massimo Palermo (batteria, percussioni).

 

Renato Zero presenta “Zerovskij… solo per amore” al Foro Italico

Un’orchestra di 61 elementi, 30 coristi e 7 attori per uno spettacolo senza precedenti

“Zerovskij… solo per amore” è il progetto più ambizioso e nobile fin qui concepito da Renato Zero, una sorta di teatro totale che vivrà sui palcoscenici più suggestivi del nostro Paese attraverso un eccezionale dispiegamento di forze artistiche, fondendo in un abbraccio appassionato musica alta, prosa e cultura pop. Incorniciata da una grande orchestra e un sontuoso coro, una stazione improbabile, diretta da un misterioso Zerovskij si accenderà sotto i nostri occhi e vedrà transitare Amore, Odio, Tempo, Morte e Vita con i due viaggiatori di sempre, Adamo ed Eva. Realtà? Surrealtà? Iperrealtà? Sarà Zerovskij ad illuminarci tra grandi successi e tanti brani inediti, magiche luci e straordinari effetti speciali, confessioni, sentimenti e rivelazioni che appartengono alla natura più profonda di ognuno di noi. Un’orchestra di 61 elementi, 30 coristi e 7 attori per uno spettacolo senza precedenti che consacra 50 anni di carriera del nostro artista più rappresentativo e più illuminato.

 

Ani di Franco al Laghetto di Villa Ada

Considerata in tutto il mondo un’icona femminista, Ani DiFranco, vincitrice di un Grammy Award e madre del movimento DIY, fu anche una delle prime artiste a creare una propria etichetta discografica nel 1990. Conosciuta sin dagli esordi come la “Little Folksinger”, la sua musica ha sempre strizzato l’occhio a generi come il punk, funk, hip hop, jazz, soul, ed elettronica. Negli anni ha collaborato con chiunque, da Utah Phillips al leggendario sassofonista R&B Maceo Parker all’ineguagliabile star del pop Prince. Ha condiviso il palco con Bob Dylan, Bruce Springsteen, Pete Seeger, Kris Kristofferson, Greg Brown, Billy Bragg, Michael Franti, Chuck D., e molti altri. Ha da poco annunciato l’uscita di un nuovo album dal titolo “Binary”.

I testi delle sue canzoni sono ritmici, poetici, spesso autobiografici e molto politicizzati. “Trickle Down” parla di razzismo e gentrificazione, mentre “To The Teeth” parla del bisogno di una regolamentazione sulle armi da fuoco e “In or Out” si interroga sull’etichette di genere della società moderna. Più recentemente, il singolo “Play God” del 2016 è diventato un grido di battaglia per i diritti sulla riproduzione. Nel 2012 Rolling Stone ha detto di lei, “The world needs more radicals like Ani DiFranco: wry, sexy, as committed to beauty and joy as revolution.”

Ani ha ricevuto diversi riconoscimenti durante la sua carriera, tra cui un Grammy per il miglior album di raccolte, il Woman of Courage Award dall’Organizzazione Nazionale per le Donne, il Gay/Lesbian American Music Award come artista femminile dell’anno e un Woody Guthrie Award. Al Winnipeg Folk Festival del 2013 ha ricevuto il prestigioso Artistic Achievement Award e un dottorato onorario dall’Università di Winnipeg.

Stampa

A proposito dell'autore

Marco Scotti
255 articoli

Giornalista professionista. Ha collaborato con Liberal, Il Ghirlandaio, Affari Italiani, Il Sole 24 Ore, il Gruppo Class e La Sicilia. Ha pubblicato con Lantana "Codice Amazon"

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014