torna su
28/10/2020
28/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Madonna Fiumarola, il rito de' Noantri dà spettacolo sul Tevere

La processione è partita anche quest'anno dal Circolo Canottieri Lazio

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 28/07/2014 ore 19:20
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:23)

 

Una domenica speciale al Circolo Canottieri Lazio. Anche quest’anno è partita dalla sponda del Tevere di Lungotevere Flaminio che ospita il sodalizio sportivo fondato nel 1872, la storica processione sulle acque della ‘Madonna Fiumarola’. La piccola folla radunata nel tardo pomeriggio nei giardini del Circolo, così come sulle sponde e i sui ponti del Centro, ha scrutato per tutto il giorno il cielo di Roma minaccioso di pioggia sperando in uno sprazzo di sole da donare alla Beata protettrice dei Trasteverini. Ma il cielo di questo luglio eccentrico non ha voluto saperne. La pioggia estiva ha dunque bagnato, ma non ha fermato, il rito antico che affonda le sue radici nel lontano 1535. Alcuni pescatori trovarono sulle rive della foce del Tevere, impigliata nelle reti da pesca, una cassa al cui interno giaceva una statua della Madonna, scolpita in legno di cedro. Fu donata ai frati Carmelitani della chiesa di San Crisogono, perché divenisse la Madonna protettrice del rione Trastevere. Per ricordare quell’episodio, ogni anno, l’ultima domenica di luglio, la statua della ‘Madonna de’ noantri’, viene portata in processione sul fiume fin qui, nel cuore della Capitale.

Il 27 luglio scorso la tradizione si è ripetuta. La statua è ancora avvolta da un drappo azzurro e coperta alla vista dei presenti quando arriva la corona di rose bianche e di agapanthus blu portata dai canottieri come omaggio alla Beata. I soci e gli ospiti assistono insieme alla cerimonia della vestizione della Sacra Statua con il mantello e la corona, seguita da una preghiera comune – qualcuno ha portato bandiere che chiedono Pace -. Tutto è pronto per la discesa sul gommone rosso dei Vigili del Fuoco, dove la statua della Vergine prende posto insieme con monsignor Matteo Maria Zuppi, vescovo ausiliare di Roma, per affrontare il percorso della ‘Processione Fiumarola’. Il corteo ha solcato il Tevere al tramonto, alla volta della calata degli Anguillara, per proseguire quindi a terra, nelle strade di Trastevere. A fare gli onori di casa e ad accompagnare la processione, il presidente del Circolo Canottieri Lazio, Raffaele Condemi: “E’ un onore ospitare ogni anno la partenza della Sacra Statua della Madonna Fiumarola, che è la protettrice di tutti coloro che vivono il fiume. Un evento che rinnova l’impegno del Circolo nella valorizzazione delle tradizioni della nostra città” ha dichiarato. In acqua è scesa anche una rappresentanza dei canottieri in divisa bianco-celeste con un’imbarcazione ad otto che ha seguito tutto il tragitto in acqua della Statua. La Madonna Fiumarola ha concluso il suo viaggio attraverso la città nella Basilica di Santa Maria in Trastevere. Il sindaco Marino era ad aspettarla sul ponte Garibaldi, mentre a ponte Mazzini il passaggio è stato salutato con un lancio di palloncini bianchi in ricordo del piccolo Claudio Franceschelli (il bimbo vittima di un gesto di follia nel 2012). Lunedì 28, infine, il ritorno della statua nel santuario della Madonna del Carmine in Trastevere. Dove resterà fino alla prossima domenica di luglio 2015. La Festa de’ Noantri resta uno dei capisaldi del Centro storico, tra religione e socialità. Molto di più che ‘otto giorni di caciara’….

(r.p.)

 

 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23990 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014