torna su
27/02/2021
27/02/2021

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Palatino, il percorso augusteo è aperto al pubblico

La Soprintendente Barbera ha guidato i lavori sul patrimonio monumentale

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 17/09/2014 ore 16:51
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:28)

 

Per il Bimillenario Augusteo la Soprintendenza Speciale per i Beni archeologici di Roma ha privilegiato l’intervento sull’area monumentale del Palatino, dove l’imperatore Augusto stabilì di risiedere. La Soprintendente Mariarosaria Barbera ha ideato e guidato il programma dei lavori, potendo contare su un “eccellente lavoro di squadra” come ha voluto ricordare, nominando uno ad uno i suoi collaboratori durante la visita guidata con la quale ha presentato il nuovo percorso augusteo al Palatino. Ci sono voluti due anni di lavoro per onorare una ricorrenza così importante nella storia di Roma. Ora tutto è pronto, le celebrazioni possono iniziare nel mese augusteo per eccellenza, settembre. Tre i luoghi da visitare, per entrare nel cuore dell’anniversario: il Museo Palatino, la Casa di Augusto e la Casa di Livia. Creato nella seconda metà del XIX secolo nell’edificio del convento ottocentesco delle monache della Visitazione, il Museo Palatino dagli interventi di riorganizzazione eseguiti in occasione della ricorrenza si mostra ai visitatori con un nuovo allestimento: alle straordinarie testimonianze dell’epoca augustea, si sono aggiunte opere conservate nei depositi, o scoperte in recenti scavi dei palazzi imperiali.

La Casa di Augusto invece si presenta dopo gli interventi con un innovativo sistema di copertura: il tetto è stato progettato a basso impatto paesaggistico con una copertura a prato su una base di cellule di polistirolo che trattiene l’acqua e ricoperto da piante grasse. Per la prima volta è visibile al pubblico l’affresco della ‘Stanza delle prospettive’: le pitture propongono schemi abituali decorativi e quinte architettoniche con senso prospettico, per dare maggiore profondità all’ambiente. Il percorso prosegue nella Casa di Livia, terza moglie di Augusto, una dimora del I secolo a.C. Anche in questo caso ci sono novità: si apre per la prima volta l’ambiente del triclinio che conserva una straordinaria decorazione pittorica su fondo rosso cinabro noto come rosso pompeiano. (r.p.)

Il percorso augusteo è aperto tutti i giorni, con ingresso dalla via Sacra – Arco di Tito. La Casa di Augusto e la Casa di Livia sono visitabili solo per gruppi accompagnati di max 20 persone. La prenotazione è obbligatoria: tel. +39 06 39967700  www-coopculture.it

 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24951 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014