torna su
11/04/2021
11/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Con Rigoletto il giro d'Italia a Expo è in coppetta. O in cono

Dal gorgonzola al pesto, il gelato artigianale prenderà per la gola i turisti

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 31/03/2015 ore 18:13
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:39)

Uno di loro, Antonio Morgese, è il titolare di una gelateria che ha alle spalle più di cinquant’anni di storia. L’altro di nome fa Sergio Colalucci, è un mastro gelataio apprezzato in tutto il mondo, non a caso vincitore della Coppa del Mondo della Gelateria nel 2006. Insieme cercheranno di diffondere la cultura del vero gelato artigianale italiano, complice il trampolino di Expo.

Antonio Morgese, titolare della storica gelateria Rigoletto di via San Siro (a un passo dal Teatro Nazionale), da lui rilevata nel 1997 e a cui ne seguirono altre tre, si è infatti aggiudicato il bando per la gestione dell’area tematica “Gelato e cioccolato” lungo il cardo, all’interno di Padiglione Italia. Ad affiancarlo nel progetto del “Gelato delle regioni”, dalla scelta dei gusti prima, alla produzione poi, c’è uno dei suoi maestri, oltre che amico di una vita, appunto Sergio Colalucci.

Poiché l’obiettivo è quello di far emergere l’Italia attraverso la cultura del gelato, ogni regione sarà rappresentata da tre o quattro gusti, tutti già decisi ma molti dei quali ancora top secret. Di certo si tratta di eccellenze, anche molto ricercate, tant’è che a tutti i fornitori è stato chiesto di certificare la provenienza dei prodotti, e ogni mese sarà proposto un sapore nuovo. Qualche anticipazione? Tutti conoscono il gorgonzola, e il più famoso viene prodotto nella zona di Novara. Ebbene, a Expo si potrà gustare un gelato al gorgonzola, ma di Abbiategrasso: una delle eccellenze che vantano la Dop, ma pochissimo conosciute anche in Italia. E ancora, i gelati alla nocciola, ma non solo quella del Piemonte ma anche quelle di Viterbo e della Campania. O il gusto al pistacchio di Bronte accanto a quelli meno noti della Sicilia, lo zafferano di San Gimignano e il marsala delle Cantine Florio, fino agli accostamenti davvero inediti grazie a prodotti come il lardo di colonnata, il pesto genovese e il pomodoro secco calabrese. Senza per questo dimenticare i frutti più conosciuti come i limoni di Sorrento, gli unici dal sapore dolce grazie a una percentuale di zucchero del 13%.

La commercializzazione del gelato Rigoletto avverrà in una struttura altrettanto innovativa, progettata dal giovane designer Paolo Gerosa: una struttura in legno, a basso impatto ambientale e  completamente riutilizzabile.

 

t.p.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25260 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014