torna su
16/04/2021
16/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Meno quindici: e la tavola è protagonista del design

Il Fuorisalone all'insegna di Expo: il caso Marche

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 15/04/2015 ore 19:29
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:41)

Se il Salone del Mobile è davvero la prova generale di Expo, va da sé che in questa design week le iniziative legate al food siano ancora più numerose rispetto alle passate edizioni. È il caso di T’able, tanto per fare un esempio senza voler far torto a nessuno: uno spazio allestito niente meno che allo Urban Center della Galleria Vittorio Emanuele dove designer, artigiani e aziende espongono i loro prodotti, legati in qualche modo al mondo della tavola. Creazioni che vanno dai gioielli ispirati all’iconografia del cibo fino alle lampade formate con reti metalliche di recinzione dei pollai, sono affiancate da degustazioni di cioccolato, caffè e cocktail.

Poi, però in questi giorni qualcuno è andato oltre e ha colto l’opportunità data proprio dalla vetrina del Salone del Mobile per presentare quanto succederà nei sei mesi dell’Esposizione Universale.

Un esempio per tutti, la regione Marche. Il suo presidente Gian Mario Spacca è arrivato a Milano, ospite di Francesco Casoli, cioè l’amministratore delegato di una delle più conosciute aziende marchigiane, Elica. E così lo showroom di via Pontaccio, in pieno distretto di Brera, ha dato ufficialmente il via a un progetto che si potrebbe definire come “incubatore” delle piccole e medie imprese della regione. Il negozio di Elica diventerà infatti lo spazio in cui l’imprenditoria marchigiana si metterà in mostra, concretizzando quel modello di “economia della condivisione e della collaborazione”, come è stato definito, che secondo Scaccia è l’unico in grado di far prosperare la sua regione.

Un modello plurale e basato su piccole dimensioni, che è esattamente l’opposto del modello metropolitano. Ma che proprio nel fare rete può continuare a pensare in grande e, soprattutto, velocemente. Lo showroom di via Pontaccio sarà dunque messo gratuitamente a disposizione delle aziende marchigiane per incontri business, di cui a oggi ne sono già stati calendarizzati circa 200, oltre che per organizzare eventi.

Pubblico e privato, dunque, insieme per difendere un’economia che solo in apparenza è in controtendenza con quello globale, perché l’obiettivo è pur sempre crescere, espandersi all’estero e promuovere il territorio. Pur mantenendo la propria identità e specificità.

 

t.p.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25306 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014