torna su
01/03/2021
01/03/2021

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

'Dopo il Diluvio', David LaChapelle al Palazzo delle Esposizioni

L'antologica che racconta la svolta del 2006 e segna il ritorno a Roma

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 30/04/2015 ore 11:42
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:43)

 

“Per me la fotografia è tutto”. Senza giri di parole, David LaChapelle si è ripreso la scena e la Capitale con la retrospettiva che porta il suo nome, e la postilla, altrettanto importante, ‘Dopo il Diluvio/After le Deluge’. Diluvio è anche il titolo dell’opera ispirata a Michelangelo e all’affresco del Giudizio Universale, che apre al Palazzo delle Esposizioni la serie di 150 lavori fotografici tra grandi formati, inediti, celebrità e paesaggi apocalittici. Un racconto per immagini di quanto accaduto dopo il 2006, anno cruciale per l’artista fotografo americano: una visita a Roma e alla Cappella Sistina lo scuoteva con la sua bellezza e potenza, al punto da suggerirgli di intraprendere un nuovo percorso fuori dalle pagine delle riviste di moda e dalla mondanità. Il ritiro di LaChapelle su un’isola nel Pacifico, fuori dai riflettori, ha fatto il resto. Fino al ritorno. Il curatore dell’antologica, Gianni Mercurio, sottolinea quanto ora LaChapelle sia diverso dopo il travaglio interiore, e il rifugio nella classicità. I lavori dedicati al tema dell’acqua, immediatamente collegabili alla foto monumentale del Deluge, suggeriscono una nostalgia per l’arte classica (vedi l’opera Museum del 2007), e marcano il cambiamento, lanciando comunque un segnale di speranza (nella disperazione c’è sempre posto per la solidarietà e la gioia di vivere).

I lavori sono ancora più straordinari se osservati con la coscienza che l’artista non fa uso di photoshop o di post-produzione, ma usa tecniche complesse, tipiche di un set cinematografico. E il suo grande amore per Roma ha regalato una mostra piena di opere inedite, alcune realizzate per l’occasione. A proposito di Roma, l’assessore alla Cultura Giovanna Marinelli ha ricordato quanto Palaexpo contribuisca in modo definitivo all’offerta internazionale di Roma, per costruire un’identità della città completa perché include l’arte contemporanea. “Con LaChapelle ci allontaniamo dalla mania di fotografare tutto e di trasmettere il risultato istantaneamente: il lavoro di David va verso una direzione opposta e contraria. Le foto ci mostrano creatività, ma anche un lavoro approfondito, più simile a quello delle botteghe artigiane dell’Ottocento” ha commentato l’assessore su LaChapelle, aggiungendo una nota sulla prossima Estate Romana: “Vogliamo che sia all’insegna del contemporaneo e delle opportunità che la città può dare ai giovani artisti”. (r.p.)

 

 

‘David LaChapelle. Dopo il Diluvio’, Palazzo delle Esposizioni, via Nazionale 194

Dal 30 aprile al 12 settembre 2015

www.palazzoesposizioni.it

 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24960 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014