torna su
29/10/2020
29/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Milano, Expo: testa a testa governo-regione

CdP nella squadra che si occuperà delle aree a Rho. Maroni: questa è casa nostra

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 11/05/2015 ore 13:11
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:44)

Il dopo Expo è un dossier sempre più urgente. Il ritardo nel deciderà che cosa succederà di quel milione di metri quadrati alle porte di Milano è già troppo grande, e ora è arrivato il momento di prendere le decisioni. E così, secondo quanto riporta oggi il Corriere della Sera, martedì 12 maggio si terrà a Roma un incontro per discutere proprio di questo: o meglio, per discutere da chi sarà formata la squadra che si occuperà del “Dossier dopo Expo”, in cui dovrebbe entrare a far parte anche il governo. I tempi, questa volta, dovrebbero essere brevi, due o tre settimane al massimo.

L’accelerata non arriva in un momento casuale. Negli ultimi giorni, infatti, le manifestazioni di interesse nei confronti dell’area sono salite ad alcune decine, ma ormai si fa sempre più strada l’ipotesi che il progetto di un polo scientifico possa avere la meglio su tutte. Una proposta alla quale si è convertito ormai anche il presidente della regione Lombardia Roberto Maroni, dapprima sostenitore invece della riconversione a cittadella dello sport.

Ma proprio Maroni ha cominciato a raffreddare gli entusiasmi, sul fronte dei soggetti che saranno coinvolti nella squadra, a Roma: tra questi, infatti, ci potrebbe essere anche Cassa Depositi e Prestiti. “Vuol venire Cassa depositi e prestiti? Benissimo. Ma il governo deve capire che a occuparsi del dopo Expo c’è una società, Arexpo, di cui fanno parte le istituzioni locali. Non può venire in casa nostra a decidere le cose. A Roma si scordino di fare invasioni di campo”, ha detto a margine di un incontro della Consob che si è tenuto oggi sul sito di Expo. E ha rilanciato una nota proposta: “Che il governo diventi azionista di Arexpo rilevando le quote della Fondazione Fiera Milano. Altrimenti, la vicenda viene gestita da noi come stiamo facendo. Queste fughe in avanti sono solo cose negative”.

Il presidente di Consob Giuseppe Vegas ha lanciato invece l’idea di istituire un’agenzia europea che certifichi le piccole e medie imprese e che questa abbia sede presso il sito Expo. Idea a cui il governatore lombardo ha ancora ribattuto, sostenendo che “il piatto forte rimane il campus universitario e gli impianti sportivi. Su questo progetto c’è anche una decisione di massima degli azionisti Arexpo, che il governo nazionale deve rispettare”.

 

t.p.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24000 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014