torna su
30/09/2020
30/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Notti d’estate a Castel Sant’Angelo tra musica, storia e teatro

Due mesi di concerti e spettacoli in compagnia di Albertazzi e Santa Cecilia

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 1/07/2015 ore 14:40
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:48)

Le notti d’estate di Castel Sant’Angelo sono alle porte. Dal 2 luglio al 6 settembre il Mausoleo di Adriano verrà illuminato da mostre, concerti e pièces teatrali di altissimo livello. Giorgio Albertazzi, Luis Bacalov e l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia sono solo alcune delle stelle che transiteranno all’ombra del Cupolone durante l’estate romana. Una V edizione all’insegna di novità culturali di prestigio, come l’apertura del Passetto di Borgo, il camminamento lungo quasi 1 km che collega il Castello ai palazzi vaticani. Quel “Corridore” che ha permesso a Giulio De Medici di scappare nella fortezza durante il Sacco di Roma del 1527. O come le prigioni storiche di Castel Sant’Angelo, le celle anguste utilizzate dal Rinascimento sino all’800 che hanno “ospitato” Giordano Bruno e molti patrioti risorgimentali. Tra queste spicca la celebre cella Sommaló, un loculo malfamato dove era impossibile stare sia in piedi che seduti. Le novità sono state presentate alla stampa questa mattina da Edith Gabrielli, direttrice del Polo Museale del Lazio che è promotore e organizzatore della rassegna estiva. La presentazione è avvenuta nella splendida sala Cagliostra, la prigione di lusso in cui  hanno soggiornato i detenuti ‘di riguardo’ tra cui proprio Antonio Balsamo, Conte di Cagliostro. Un luogo magico composto da tre vani finemente decorati dal pittore cinquecentesco Luzio Luzi. Dipinti arcadici e fantastici fanno da cornice a questo ‘salotto carcerario’ aperto al pubblico proprio a partire da questa V edizione di “Notti d’estate a Castel Sant’Angelo. Un allestimento che coincide con il novantesimo anniversario dell’omonimo Museo Nazionale, un compleanno festeggiato con arte, musica, teatro, sport e mostre. Come ‘Obiettivi in guerra: cronache di fotoreporter tra l’800 e il ‘900’ , un focus sul prezioso patrimonio documentale prodotto dai reporter di guerra. Insomma, una  location unica al mondo per chi non intende trascorrere una nottata romana nel caos degli stand del lungotevere ma nella cornice storica e mistica del Cagliostro e dei Papi. (G.D.S.)

 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23766 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014