torna su
30/11/2020
30/11/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Commercianti contro Expo. Ma chi perde è Milano

Gli incassi crollano: di chi è la (vera) colpa?

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 2/07/2015 ore 16:04
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:48)

Expo? Un grande successo: parola di istituzioni e imprenditori. E invece no: parola dei commercianti. A due mesi esatti dall’inizio di Expo, è difficile dire che Milano abbia vinto (almeno finora) una delle principali sfide poste dall’Esposizione Universale: quella di fare sistema. I numeri dei commercianti della città, infatti, sono impietosi: ricavi persi fino al 30%. Non per tutti, certo. Il centro città non conosce questo stallo, e anche la Darsena, nella sua veste rinnovata, starebbe registrando un buon andamento. Il problema sarebbe per tutti gli altri.

Ancora una volta, è dunque commercianti contro Expo. Le nuove accuse del presidente dell’Epam, che fa capo a Confcommercio, Lino Stoppani hanno fatto il giro di giornali e web. il dito è puntato contro la decisione di prolungare l’orario di apertura del sito di Rho fino alle 24 nel weekend. Ma, a ben guardare, è difficile credere che questa decisione da sola sia la causa del cattivo andamento degli esercizi commerciali. Perché chi ha intenzione di mangiare a Expo sceglie le prime ore della sera. Più verosimile che sia il biglietto d’ingresso di soli 5 euro dalle 19 in poi a fare la differenza.

Dall’altra parte, invece, ci sono le istituzioni. Dal sindaco di Milano Giuliano Pisapia al governatore lombardo Roberto Maroni fino al presidente del Consiglio Matteo Renzi i commenti sono unanimi: Expo è un successo per la città tutta. Altro non si aggiunge, perché i numeri ufficiali del trend degli esercizi commerciali, in realtà, mancano.

Intanto, giovedì 2 luglio la Camera di Commercio di Milano ha pubblicato gli ultimi dati relativi a ciò che pensano gli italiani dell’Esposzione Universale, dopo aver visitato il sito di Rho. Voto complessivo: un bell’8. Anzi, l’impatto del viaggio fra i Paesi del mondo supera le aspettative per tre italiani su quattro. Ma sono gli stranieri, quelli sui quali l’Italia vuole far colpo, a essere ancora più contenti: pollice su per nove persone su dieci, a giugno. Sono stati in tutto due milioni i commenti spontanei scritti in rete fra maggio e giugno, un milione e mezzo in italiano e 500 mila in altre lingue.

E non dimentichiamo, infine, che in mezzo a tutte queste polemiche c’è una città intera. E queste polemiche rischiano non solo di rovinarne l’immagine, ma anche di nascondere le vere “colpe”. Di chi non riesce a sfruttare la visibilità data dal grande evento milanese da una parte, e di chi pensa solo ai propri affari dall’altra.

 

t.p.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24266 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014