torna su
27/09/2020
27/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Raffaello ai Capitolini, insieme a Parmigianino e Barocci

Un confronto ideale tra i tre artisti con opere provenienti da tutta Europa

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 2/10/2015 ore 17:06
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:57)

Grafica, innanzitutto. E poi un formidabile autoritratto di Raffaello, insieme a tanti disegni e stampe di Parmigianino e Barocci. Per raccontare questo confronto a distanza, i Musei Capitolini propongono i lavori dei tre artisti, con opere provenienti dal Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, dall’Albertina di Vienna, dalla Reale Biblioteca di Torino, dal British Museum e dalle Courtauld Institute Galleries di Londra, dal Rijksprentenkabinet di Amsterdam, dal Gabinetto dei Disegni e delle Stampe del Museo e Gallerie Nazionali di Capodimonte a Napoli, dalloStädelsches Museum di Francoforte, dalla Galleria Nazionale di Parma. Tra questi lo studio per la Deposizione Borghese di Raffaello, gli studi per gli affreschi della basilica di Santa Maria della Steccata a Parma del Parmigianino e lo studio compositivo per la Deposizione di Perugia di Barocci.

Il percorso originale dell’esposizione è introdotto dallo sguardo dei protagonisti di quell’ideale dialogo artistico attraverso i loro autoritratti. cominciando da quello dell’Urbinate e continuando con l’Autoritratto di mezza età di Barocci, entrambi dalla Galleria degli Uffizi, per finire con gli Autoritratti del Parmigianino dall’Albertina di Vienna e da Chatsworth.

L’esposizione si propone di evidenziare come il modello di Raffaello abbia concorso a determinare gli orientamenti artistici di Francesco Mazzola detto il Parmigianino e quelli, assai diversi, di Federico Barocci. Il Parmigianino e Barocci sono ricordati nelle testimonianze cinque – seicentesche come eredi dell’Urbinate e considerati entrambi tra i più magistrali disegnatori della loro epoca. Guardando a Raffaello con gli occhi del Parmigianino e con quelli di Barocci, l’esposizione intende dunque affrontare il tema del confronto e quello dell’eredità tra artisti vissuti in epoche e luoghi diversi.

La mostra, promossa dall’Assessorato alla Cultura e allo Sport di Roma – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in collaborazione con il Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, è organizzata da MetaMorfosi con Zètema Progetto Cultura ed è curata dalla direttrice del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, Marzia Faietti. Catalogo Palombi Editori. (g.f.)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23749 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014