torna su
24/08/2019
24/08/2019

ADV

CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Era una notte buia e tempestosa: Snoopy e Friends al cinema

Charlie Brown, Linus, Snoopy, Lucy

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 5/11/2015 ore 17:01
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:01)

…Era una notte buia e tempestosa..” Dalla striscia Peanuts (noccioline?)  nasce il film “SNOOPY & FRIEND” in sala da oggi. Storie di bambini disegnati, in un mondo disegnato e con pensieri disegnati. Un film a matita. Ma che ha poco da spartire con i cartoni in programmazione in questa stagione. Nel mondo di Schulz (creatore dei Peanuts) non c’è spazio per extra universi, extra poteri e fisionomie incredibili. Il mondo è fatto di casette in piccole città, di scuola e giochi, di baruffe e riconciliazioni. Un quotidiano medio molto americano e nello stesso tempo assolutamente universale. Bambini ognuno caratterizzato dai propri sogni e aspirazioni. E un cane, SNOOPY, che ha fantasie e pensieri umani. Dal tetto della sua cuccia, dove si immagina Barone Rosso l’asso dell’aviazione, snocciola considerazioni e azzardi che sanno di esistenzialismo puro. Tutti i bambini, da Charlie Brown a Linus da Schroder a Lucy ecc, vivono una vita che da il meglio quando fanno “banda”. Quando si confrontano e si affrontano. Piccole realtà che diventano grandi se sono in gruppo e il pensiero di uno è l’inizio di un dialogo senza freni. Una seduta analitica collettiva (Lucy permettendo) che è davvero terapeutica per gli adulti. Linus con la sua coperta non è forse un bimbo di ieri e di oggi? e il “bambino polvere” non è l’eterno ripetersi del sentirsi inadeguato e malvisto nella cricca? Credo che ognuno di noi leggendo quelle strisce (che ci hanno accompagnato dal 1950 al 2000) si sia immedesimato in uno dei protagonosti. Che non è mai sentirsi eroe o principessa ma piccolo individuo catapultato in un un universo fuori misura. Film di bambini e cane ma che, con leggerezza, ha molto da dire ai grandi. Un suggerimento: al prossimo appuntamento con il nostro psico confessiamo quale “personaggio a matita” avremmo voluto essere e perchè. Lo psicologo penserà di aver a che fare con Woody Allen..(anna ricca)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
20859 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014