torna su
26/09/2020
26/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Toulouse-Lautrec all’Ara Pacis. Montmartre sbarca a Roma

170 litografie provenienti dal Museo di Belle Arti di Budapest

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 3/12/2015 ore 10:27
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:05)

L’arte del XIX secolo dialoga con la monumentalità della Roma imperiale: il 4 dicembre il Museo dell’Ara Pacis apre i battenti alla mostra dedicata a Henri de Toulouse-Lautrec. 170 litografie, provenienti dal Museo di Belle Arti di Budapest, saranno esposte nella capitale per raccontare la Parigi fin de siècle attraverso l’occhio del grande artista bohémien. Strappato alla vita a soli 36 anni, a causa dell’alcolismo e della sifilide, Toulouse-Lautrec nei suoi disegni rappresenta i luoghi e i personaggi che caratterizzavano la capitale francese negli ultimi anni dell’Ottocento. Illustrazioni, manifesti, copertine di spartiti e locandine pubblicitarie – alcune delle quali si presentano come pezzi unici stampate in tirature limitate, firmate, numerate e corredate dalla dedica dell’artista – raccontano la pittoresca Montmartre e i suoi locali notturni.

 

Visioni di realtà quotidiane caratterizzate da colori vivaci e intensi come il giallo e l’arancione richiamano direttamente le stampe giapponesi. Nelle forme di Toulouse-Lautrec predomina invece la sintesi, l’essenza più intima di un ambiente e il temperamento caratteriale delle figure umane che lo popolano, dalle prostitute alle ballerine di cabaret. Fino al’8 maggio 2016, la mostra romana, a cura di Zsuzsa Gonda e Kata Bodor, ripercorre l’attività grafica di colui che viene considerato il più grande maestro di stampe e manifesti di fine Ottocento e inizio Novecento. Il ricco percorso espositivo accompagna il visitatore alla conoscenza delle tecniche di stampa e di litografia impiegate dal precursore del manifesto pubblicitario. Fotografie e riprese cinematografiche inoltre rievocando le atmosfere tipiche della capitale francese agli esordi della Belle Époque. In una Parigi dove l’Impressionismo muoveva i suoi primi passi e vedeva gli artisti tra le rive della Senna cimentarsi nella pittura en plein air, Henri de Toulouse-Lautrec cercava altro, gli angoli più bui, nascosti e affascinanti della Ville Lumière.

 

(gc)

 

INFO

Toulouse-Lautrec. La Collezione del Museo delle Belle Arti di Budapest
Museo dell’Ara Pacis, Roma
Apertura al pubblico: 4 dicembre 2014 – 8 maggio 2015

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23745 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014