torna su
17/01/2021
17/01/2021

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Morto Umberto Eco, addio al semiologo e scrittore

Aveva 84 anni, verrà ricordato a Milano martedì a Castello Sforzesco

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 20/02/2016 ore 13:25
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:15)

Umberto Eco è morto ieri a 84 anni, lo scrittore, semiologia e filosofo sarà ricordato nella sua città d’azione Milano. L’ultimo saluto all’autore, fra gli altri, de Il nome della Rosa avrà luogo, secondo quanto riporta l’Ansa, al Castello Sforzesco con un rito civile in programma martedì prossimo.

Nato ad Alessandria, il 5 gennaio 1932, è morto ieri alle 22:30 a casa sua, viene ricordato per i suoi libri, diventati bestseller come Il nome della rosa, dal quale venne anche tratto un film di successo diretto dal francese Jean-Jacques Annaud. Il suo ultimo libro era una dura critica al giornalismo, Numero zero.

Matteo Renzi ha espresso il suo cordoglio, mentre sui social network i lettori e non lo stanno ricordando. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricordato così Umberto Eco: “Umberto Eco era un uomo libero, dotato di un profondo spirito critico e di grande passione civile. È stato un protagonista del dibattito intellettuale italiano e internazionale.

Non solo Il nome della Rosa, Umberto Eco ha scritto numerosi saggi di semiotica, estetica medievale, linguistica e filosofia. Nelle sue lezioni aveva anche discusso della morte dal punto di vista semiologico, ne aveva anche parlato in un articolo apparso sull’Espresso nel 1997, ecco cosa aveva scritto: “Non sono sicuro di dire una cosa originale, ma uno dei massimi problemi dell’essere umano è come affrontare la morte. Pare che il problema sia difficile per i non credenti (come affrontare il Nulla che ci attende dopo?) ma le statistiche dicono che la questione imbarazza anche moltissimi credenti, i quali fermamente ritengono che ci sia una vita dopo la morte e tuttavia pensano che la vita prima della morte sia in se stessa talmente piacevole da ritenere sgradevole abbandonarla”. 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24620 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014