torna su
15/08/2020
15/08/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Da Milano a Reggio Calabria, le impronte di Zaha Hadid in Italia

Non solo Citylife e Maxxi: il genio dell'archistar ha firmato molte altre opere

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 1/04/2016 ore 21:05
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:20)

La sua impronta resterà indelebile nello skyline di Milano, grazie alle residenze e al grattacielo “Storto” di Citylife, e anche a Roma, per il suo contributo al Maxxi. Ma il legame fra l’Italia e il genio di Zaha Hadid, morta nella sera del 31 marzo, va ben oltre. All’architetto di origine irachene, fra i più celebrati al mondo, vennero infatti affidati altri progetti lungo lo Stivale, dal Veneto alla Calabria: progetti che portano la sua firma, alcuni quasi completati, altri ancora rimasti solo sulla carta.

 

È il caso di Jesolo Magica, grande centro commerciale alle porte del lido, il cui progetto fu presentato sei anni: le sinuose forme che caratterizzano l’opera della Hadid convergono tutte in uno spazio centrale, concepito come il cuore di un fiore. I lavori, però, a oggi non sono ancora stati avviati. Allo stesso modo è rimasto incompiuto (almeno per il momento) il Betile, il Museo di Arte Nuragica e Contemporanea che avrebbe dovuto sorgere sul lungomare di Cagliari, ma mai realizzato – benché tornato in auge di recente, con la candidatura della città a capitale della cultura europea nel 2019.

 

Risale invece al 2009 l’annuncio di un ambizioso progetto a Reggio Calabria, il Regium Waterfront: due edifici che dovrebbero contenere, fra l’altro, un Museo del Mare e anche una una parte commerciale. A ispirare le morbide linee progettate dall’architetto anglo-iracheno è stata la struttura di una stella marina, che dal mare si connette con la terra ferma.

 

Anche la Stazione di Napoli Afragola può vantarsi di portare la firma di Zaha Hadid, cioè il nuovo polo di interscambio, dedicato all’alta velocità, la cui prima fase di cantiere dovrebbe concludersi a metà dell’anno prossimo.

 

Sta invece per essere inaugurata un’altra opera progettata dalla Hadid: la Stazione Marittima di Salerno, il cui taglio del nastro è previsto per la fine di aprile, occasione a cui avrebbe dovuto prendere parte la stessa Hadid – che, ricordiamo, otto anni fa fu indicata da Forbes come una delle cento donne più potenti del pianeta.

 

Ha aperto invece i battenti l’anno scorso il Messner Mountain Museum di Plan de Corones, in Alto Adige: un progetto nato dalla collaborazione fra la Hadid e il famoso scalatore Reinhold Messner. Una costruzione che sorge in un panorama mozzafiato, a oltre duemila metri d’altezza.

 

 

t.p.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23449 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014