torna su
25/08/2019
25/08/2019

ADV

CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Trinità dei Monti, operai senza stipendio: blocchiamo i lavori

Sindacati pronti a incrociare le braccia

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 3/07/2016 ore 11:13
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:28)

Ritardi nei pagamenti ritenuti “inaccettabili”. Operai e restauratori specializzati lasciati per mesi senza stipendio che minacciano di bloccare i lavori della scalinata di Trinità dei Monti. La parabola discendente della scalinata più famosa di Roma è iniziata a ottobre 2015 quando Ignazio Marino, il Soprintendente Parisi Presicce e l’ad. di Bulgari Babin hanno tagliato il nastro per inaugurare il restauro della rampa finanziata dalla maison con 1,5 milioni di euro. Una storia che sembrava la realizzazione perfetta del bene culturale pubblico restaurato a spese del privato. Una narrazione che s’è infranta di fronte a maestranze non pagate, “alcune addirittura con 15 mensilità non pagate” racconta a Radiocolonna Ilenia Di Dio della FINEAL UIL del Lazio.

 

Sull’appalto sono coinvolte tre ditte, ognuna con specializzazioni differenti. Il tran tran dei mancati pagamenti dura da mesi e riguarda una delle tre ditte, Il Cenacolo s.r.l. , le cui inadempienze – sostengono i sindacati – possono bloccare a tempo indeterminato i lavori sulla scalinata a Trinità dei Monti. CIGL, CISL e UIL hanno indetto lo stato di agitazione e inviato unitariamente una lettera alla Soprintendenza – appaltatrice dell’opera – per richiedere l’attivazione della procedura di pagamento in sostituzione dell’impresa inadempiente.

 

La normativa prevede che, in caso di mancati pagamenti ai lavoratori in un appalto pubblico, a intervenire debba essere ‘l’appaltante’ tramite la sostituzione in solido dell’azienda morosa.

 

Una lettera che oggi non ha ricevuto alcuna risposta e lo stato d’agitazione a breve si trasformerà in uno sciopero che bloccherà i lavori e continuerà a impedire la fruizione – per romani e turisti – di una delle scalinate più belle del mondo. (Giacomo Di Stefano)

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
20859 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014