torna su
27/10/2020
27/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Aperitivo col Genio nella vigna di Leonardo

Nella casa degli Atellani in corso Magenta un tuffo nella Milano più nascosta

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 1/09/2016 ore 21:22
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:34)

Un legame forte, che va al di là del Cenacolo. In pochi – anche tra i milanesi – sanno che Leonardo da Vinci coltivava una grande passione a Milano: quella per la sua vigna. La vigna, cioè, che gli fu regalata alla fine del Cinquecento dal duca Ludovico il Moro (il committente dell’Ultima Cena, per intenderci) e che Leonardo mantenne negli anni. Un angolo rimasto a lungo nascosto e riportato alla luce soltanto un paio di anni fa, in vista di Expo, grazie alla Fondazione Portaluppi.

 

La vigna si trovava là dove oggi c’è il giardino della Casa degli Atellani, in corso Magenta 65, a due passi proprio da Santa Maria delle Grazie. E così ora, visitando la Casa degli Atellani si può respirare quel luogo amato dal Genio, passeggiando tra i filari recuperati. Accanto alla Fondazione Portaluppi, infatti, hanno lavorato anche RaiCom, Fondazione Cariplo, Confagricoltura e l’Università degli Studi di Milano, e appunto grazie all’aperto di scienziati e studiosi si è raggiunto l’obiettivo di ripiantare il vitigno originario: la Malvasia di Candia Aromatica.

 

Con l’apertura al pubblico della Casa degli Atellani è diventato così possibile immergersi anche in quella che un tempo era la vigna di Leonardo, lasciandosi guidare da personale esperto, con cui tornare indietro nel tempo e scoprire storie rimaste sepolte per troppo tempo. Il percorso è in sette tappe, dalla Casa degli Atellani per arrivare al Giardino delle Delizie e alla Vigna, dura circa mezz’ora e tra le lingue disponibili nell’audio guida c’è addirittura il milanese.

 

Le visite si possono effettuare tutti i giorni, ed è meglio prenotare perché si accede alla vigna soltanto a piccoli gruppi. C’è però anche la possibilità di scegliere visite un po’ più particolari. Come quella abbinata al Cenacolo, oppure di ammirare la Casa museo degli Atellani e poi gustarsi un aperitivo – a base di vino, naturalmente, accompagnato a formaggi e salumi.

 

 

t.p.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23981 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014