torna su
15/11/2019
15/11/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Musica classica per ricordare l'indipendenza dell'Azerbaigian

Insieme all'Accademia di Baku, al Conservatorio di Firenze ed Espressione d'Arte

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 2/11/2016 ore 11:00
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:42)

Zahra Guliyeva Pierluigi Ruggiero Yegana Akhundova Leonardo De Lisi

In occasione del XXV Anniversario della Riconquista dell’Indipendenza della Repubblica dell’Azerbaigian, l’Ambasciata della Repubblica dell’Azerbaigian in Italia, insieme all’Accademia di Musica di Baku, al Conservatorio di Musica “Luigi Cherubini” di Firenze e a “Espressione d’Arte”, organizza un Concerto di Musica Classica il 3 novembre 2016, alle ore 19, presso il Palazzo della Cancelleria di Roma.

Ad esibirsi, in un repertorio azerbaigiano ed italiano, quattro artisti di grande notorietà ed esperienza: Yegana Akhundova, pianista, rappresentante della musica moderna azerbaigiana, che ha esportato con successo nel mondo coniugando modernità e tradizione; Leonardo De Lisi, tenore, con una carriera trentennale a livello internazionale e numerosi ruoli di prestigio da solista; Zahra Guliyeva, violinista, con i suoi allievi, ha contribuito all’arricchimento della scuola di musica azerbaigiana; Pierluigi Ruggiero, violoncellista, si è esibito nelle più importanti sale da concerto del mondo e ha realizzato progetti di grande spessore.

La musica azerbaigiana ed italiana si incontrano nuovamente, confermando la cooperazione in ambito culturale dei due Paesi, in una sede di prestigio, il Palazzo della Cancelleria a Roma, per ricordare il XXV anniversario della riconquista dell’indipendenza dell’Azerbaigian, festeggiato lo scorso 18 ottobre.

Una prima Repubblica democratica dell’Azerbaigian era stata istituita nel 1918, primo esempio di stato democratico e laico nel mondo islamico, ma era sopravvissuta solo 23 mesi.
Più di 70 anni dopo, con il crollo dell’URSS, l’Azerbaigian ha potuto riconquistare la sua indipendenza, grazie al coraggio e alla perseveranza del suo popolo.
La dichiarazione sullo Stato di indipendenza della Repubblica dell’Azerbaigian è stata adottata nella sessione straordinaria del Consiglio Supremo della Repubblica dell’Azerbaigian il 30 agosto 1991.
Il 18 ottobre del 1991 il Parlamento azerbaigiano ha adottato la legge costituzionale sul ripristino dell’indipendenza e l’atto di indipendenza è stato riaffermato il 29 dicembre 1991 attraverso Referendum popolare. 
Nel maggio 1992, il Milli Majlis (Parlamento) ha adottato l’Inno della Repubblica dell’Azerbaigian (musiche di Uzeir Hajibeyov, testi di Ahmed Javad) e in seguito, la bandiera statale e lo stemma raffigurante una stella ad otto punte con il fuoco al centro.

Oggi l’Azerbaigian rappresenta un punto di riferimento stabile della regione e un partner affidabile a livello internazionale. Italia e Azerbaigian sono legate da una  Dichiarazione Congiunta di Partenariato Strategico adottata nel 2014 tra il Presidente Ilham Aliyev e il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, e i rapporti sono ottimi ad ogni livello: politico, economico e culturale, come confermato dalle numerose e crescenti visite istituzionali, dall’andamento degli scambi economici e da eventi culturali come il Concerto del 3 novembre.
 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
21543 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014