torna su
21/09/2020
21/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Riaprono Pantheon e Vittoriano

Due degli emblemi di Roma riaprono ai visitatori, romani e turisti. Ingresso, ancora sbarrato all’Altare della Patria per contenere i flussi

Avatar
di Redazione | 2020-06-9 9/06/2020 ore 16:00

Mancano i turisti, ma romani e residenti di Comuni e Regioni limitrofe timidamente riscoprono Roma. Stamattina nella Capitale hanno riaperto il Pantheon, il Vittoriano Altare della Patria e il Museo Etrusco di Villa Giulia. Piccole file ordinate, famiglie, per lo piu’ nonni con bambini, ma anche qualche turista, hanno fatto capolino sia al Vittoriano che al Pantheon.

Ingresso sbarrato all’Altare della Patria per contenere i flussi, ma qui la gente arriva alla spicciolata e il percorso e’ obbligato: si entra da piazza Venezia con mascherine, misurazione della temperatura e sanificazione delle mani con il gel igienizzante all’ingresso, e poi si esce dal lato di piazza dell’Ara Coeli. Alcuni si fermano fuori a scattarsi foto con il monumento alle spalle, ma non sono turisti. Due donne arrivano da Roma sud, due ragazzi da Roma nord. Intorno alle 10.30 si affaccia un gruppo di giovanissimi, tra i 14 e i 16 anni, arrivano da Prima Porta. “La scuola e’ finita, non c’e’ tanta confusione e siamo venuti al centro”, dicono. Piu’ tardi al Vittoriano entra anche una coppia di ventenni, arrivano dai Castelli romani e “oggi facciamo un po’ i turisti, a Roma ci lavoriamo ma non c’e’ mai il tempo di visitare un monumento. Approfittiamo, c’e’ poca gente”, racconta lui. E il programma della giornata e’ Vittoriano, Colosseo, Pantheon e piazza di Spagna.

Arriva anche una famiglia dalle Marche, due bambini, i nonni e la mamma che spiega: “Abbiamo deciso per una toccata e fuga a Roma, due giorni di ferie, giriamo un po’ tra i monumenti del centro”, poi entrano e si allontanano sulle scale guidati da un assistente che indica il percorso. Piu’ movimento al Pantheon, alle 11 ci sono gia’ piccole code. All’ingresso un volontario dell’Associazione nazionale carabinieri misura la temperatura a tutti con termoscanner e regola gli accessi. Uno esce, un altro entra. In fila dalle 12 si mettono anche alcune guide turistiche, “turisti anche noi, una volta tanto”, dice una donna. Poco prima hanno manifestato con un flash mob danzante in piazza per chiedere aiuto al governo. Un nonno con il nipotino esce dal Pantheon.

“E’ triste vedere tutti questi negozi e ristoranti chiusi al centro, anche se e’ piacevole vedere il Pantheon senza folla – dice -. Sono abruzzese ma mio figlio vive qui, faccio da nonno e baby sitter in questi giorni”. E da Torre Maura arrivano tre ragazzi, adolescenti, sui 15 anni. “E’ inquietante il centro storico vuoto ma ce lo godiamo e abbiamo approfittato per entrare al Pantheon”, raccontano. Pero’ qualche turista straniero c’e’. Una coppia di trentenni, tedeschi, arrivati a Roma ieri, lui ha parte della famiglia nella Capitale, lei per la prima volta entra al Pantheon. Non parlano italiano, inglese poco, ma il Pantheon “e’ una bellezza impressionante”, dice lei. E si dirigono alla ricerca di un bar.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23700 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014