torna su
27/09/2020
27/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Liberty chiama Liberty. Il Coppedè alla Galleria Alberto Sordi

Diciotto scatti d'autore e video per scoprire un'area magica della Capitale

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 3/02/2014 ore 12:00
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 18:56)

 

La Galleria Alberto Sordi accoglie dal 30 gennaio nel suo abbraccio liberty la mostra fotografica ‘Quartiere Coppedè – un luogo fuori dal tempo nel cuore della Capitale’ con le immagini del quartiere progettato dal genio di Gino Coppedè nelle vicinanze di Piazza Buenos Aires.

L’evento, parte del progetto Voglia di Riemergere ideato da Dario Biello e prodotto dall’associazione culturale Cinema Giovane, presenta in 18 scenografici scatti in bianco e nero l’eccellenza dello stile Coppedè. Nella Galleria Alberto Sordi, proprietà di Sorgente Group come il vicino Palazzo del Tritone, questa mostra fotografica sul Coppedè ha trovato un ambiente ideale lasciando emergere il suo legame diretto con gli altri due mirabili esempi nel Centro della Capitale. Il geniale architetto fiorentino Gino Coppedè disegnò nel 1916 l’eclettico e suggestivo complesso di diciotto palazzi e ventisette palazzine immersi in un’esplosione di decorazioni creando una magica atmosfera di volumi, ancora oggi meta continua di appassionati e curiosi. 

Per immergersi in questo mondo dalle architetture originali e fantastiche, si può partire dagli scatti in bianco e nero in mostra alla Galleria Alberto Sordi insieme con testi, spunti per visite guidate, e un cortometraggio dedicato all’area.

‘Quartiere Coppedè’ in Galleria Alberto Sordi, piazza Colonna. Fino al 28 febbraio, tutti i giorni dalle 8,30 all 21.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23749 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014