torna su
29/09/2020
29/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Roberto Campora: tra Murolo e Sorrentino

Incontri da un viaggio in treno

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 16/09/2015 ore 15:17
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 19:55)

Capita che un giorno prendi un treno. Viaggio breve, ma perfetto per dormicchiare e sfogliare il giornale. E quando già ti senti in pace con i pensieri arriva una forte e bella voce che stornella in napoletano. Attimo di pausa e perplessità, poi  il canto riprende. Ti alzi e indaghi. Il “cantante” è un gran bel signore dai capelli bianchi e curati (da far invidia a R. Gere) e a te pare di conoscerlo. Di colpo la carrozza si anima di  pubblico che chiede i bis. ROBERTO CAMPORA da Napoli. Cantante e attore. 2 foto al volo, qualche domanda e nasce questa piccola intervista/incontro. La musica lo accompagna da sempre. Racconta che da piccolo per guarire la grande timidezza lo misero nel coro della scuola. E da quel momento è nata passione e mestiere. La sua voce, quasi tenorile, non passa inosservata a quel mito che è Roberto Murolo. Insieme danno vita a serate e concerti per chitarra e canto nel più puro sentimento napoletano. Campora, però, al classico repertorio partenopeo aggiunge pezzi tradizionali del ‘400 e brani d’opera.  Fatale che giri il mondo e che anche il mondo del cinema e della TV si accorgano di lui con: Forum, Le mani dentro la città, La cena dei cretini (dove interpreta il Commissario) e Youth/La giovinezza di P. Sorrentino. Tanti gli spot che tutti conosciamo. E’ evidente che Roberto Campora ama avere le luci puntate su di sè. Che siano quelle del palco o quelle della macchina da presa. (a.r)   

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23762 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014