torna su
29/09/2020
29/09/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

TAKI NO SHIRAITO. Accademia Filarmonica Romana

Il cerchio della musica

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 5/11/2015 ore 12:40
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:01)

Giovedì 5 novembre in Sala Casella primo appuntamento del Cerchio della Musica dell’Accademia Filarmonica Romana. Si tratta di un ciclo di appuntamenti (tutti in Sala Casella, nei Giardini della Filarmonica), che dopo il successo della passata stagione, rinnova la formula in cui interpreti, compositori e artisti sono impegnati a stringere con il pubblico un rapporto più stretto. “Osservare da vicino uno strumentista in azione, provare a cogliere i segreti della sua tecnica, toccare con mano le sue difficoltà; entrare nel mondo di un compositore o di un artista, conoscere l’universo delle sue emozioni, i suoi slanci, le sue utopie… Tutto questo – spiega Matteo D’Amico direttore artistico della Filarmonica Romana – permette di avvicinarsi alla musica e all’arte, di goderne appieno, di capirne il senso più profondo e inafferrabile, stabilendo con gli artisti un rapporto più intimo e diretto”. L’appuntamento di apertura è dedicato alla proiezione di uno dei più famosi film muti degli anni Trenta in Giappone, Taki no shiraito (Il filo bianco della cascata, 1933) di Kenji Mizoguchi (con sottotitoli in italiano). Suo 60° film, Taki no shiraito occupò il secondo posto nella lista dei migliori film dell’anno e segnò l’inizio di un periodo creativo estremamente felice e fecondo per il regista giapponese, tra le firme più autorevoli della storia del cinema nipponico del Novecento.

Valore aggiunto di questa serata sarà la musica della compositrice giapponese Misato Mochizuki, che accompagnerà – in prima esecuzione italiana (la prima assoluta è stata al Museo del Louvre nel 2007) – le immagini del film, unendo strumenti occidentali (violino, arpa, percussioni) a quelli di tradizione giapponese (shakuhachi flauto dritto in bambù, koto strumento a corda della famiglia della cetra, shamisen strumento a 3 corde della famiglia dei liuti), con un apporto elettroacustico. Ne saranno interpreti Harrie Starreveld (shakuhachi), Makiko Goto (koto), Hideaki Tsuji (shamisen),Aldo Campagnari (violino), Augusta Giraldi (arpa), Pietro Pompei (percussioni) e Christophe Mazzella (elettronica), diretti da Yoichi Sugiyama.

Sala Casella (via Flaminia 118), ore 20:30

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
23758 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014