torna su
20/11/2019
20/11/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Urge, Alessandro Bergonzoni al cinema dal 3 marzo

Lo spettacolo teatrale in sala per tutto marzo diretto da Riccardo Rodolfi

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 1/03/2016 ore 15:22
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 21:30)

Alessandro Bergonzoni arriva al cinema, Urge, il suo spettacolo teatrale arriva in sala dal 3 marzo e per tutto il mese, distribuito da EXIT Med!a in una cinquantina di sale. Registrato a Bologna nel 2013, Bergonzoni è il protagonista assoluta di quest’opera teatrale, adattata per il cinema dal regista Riccardo Rodolfi. Tratto dallo spettacolo omonimo, è nato il film URGE, un lungo monologo dell’attore bolognese incentrato sulla vacuità, ma che finisce per parlare di vastità.

Borgonzoni la definisce così in Urge: “Stai colmo! Questo mi sono detto nel fare voto di vastità, scavando il fosse, usando il confine tra sogno e bisogno (l’incubo è confonderli)”. Anche se sta allo spettatore rispondere a questa domanda e riuscirà a farlo al termine di quest’opera teatrale diventata film, la risposta sarà lontana dai soliti discorsi in cui tutti siamo immersi e appartiene alla sfera del sogno, dell’invisibile e dell’incredibile.

Presente in sala, l’attore bolognese ha parlato di questo “film” e di altri italiani e non che gli sono piaciuti o no e del perché non lo vediamo spesso recitare al cinema. “Urge non è un film, è il teatro al cinema, sei insieme ad altre persone e lo subisci, questa è la somiglianza con il teatro. Al cinema però c’è una lente di gradimento, facce, movimenti, espressioni che perdi al teatro”. Il testo e lo spettacolo sono stati adattati per il grande schermo dal regista Riccardo Rodolfi: “Abbiamo avuto due problemi, al montaggio abbiamo tagliato la lettura introspettiva, tagliando i punti macchina e le visioni vicine ad Alessandro. Nel sonoro, invece, ci siamo chiesti se fosse il caso di lasciare le risate del pubblico del teatro”, ha spiegato. Rodolfi ha avuto come aiuto regista il figlio dell’attore Leonardo.

Borgonzoni ha anche raccontato di una sceneggiatura depositata anni fa in una casa di produzione cinematografica, “qui è rimasta chiusa per dieci anni in un cassetto e me l’hanno restituita” e non è detto che è destinata a restare sconosciuta al pubblico: “Se qualcuno fosse interessato a snidare, noi siamo a disposizione per rivederlo. Non è detto però che questo schizoide, logorroico sia un attore di cinema, non esiste il cinema dell’obbligo”, ha continuato l’attore teatrale.

“Forse morendo riuscire a entrare in un personaggio”, ha risposto Borgonzoni a chi gli chiedeva se volesse recitare al cinema, “Ho paura del personaggio, delle battute telefonatissime. Fai ridere e fai pensare per me è un’offesa”, ha continuato l’attore.

“A me il cinema piace, vedo anche tre film a settimana, mi sono piaciuti, per esempio: Il labirinto del silenzio, Remember e alcuni film italiani, come Fuocoammare. Ma ci sono anche altre cose che mi allontano dal grande schermo come per esempio la sua ripetitività. Le scene d’amore, le introspezioni psicologiche, i personaggi volgari, cattivi”. L’attore si è anche allontanato dalla TV: “La Tv è un virus letale, quello dell’autoconsacrazione, un eccesso totale di poteri, troppo per forza e comunque. La Tv è un siero e non ho detto droga, ho paura di essere famoso perché sono stato visto in TV”, ha detto l’attore. Mentre il regista ha completato “i fenomeni italiani esportabili all’estero non appaiono in tv”.

“Voglio che il pubblico si commuova non guardando il film, ma ripensandoci”, ha detto l’attore commentando Fuocoammare che – secondo lui – ben specchia la sua idea di “grandezza” applicata alla settima arte. Grandezza o se preferite vastità.

Urge arriva in sala il 3 marzo e sarà distribuito per tutto il mese a Roma, Milano, Bologna e altre città italiane.

Il trailer:
https://www.youtube.com/watch?v=chTuycKUys0

c.la. 

 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
21573 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014