torna su
02/12/2020
02/12/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Cannes, tutte le info sulla 69esima edizione del Festival

Si parte con Woody Allen con Café Society. Valeria Golino in Giuria

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 11/05/2016 ore 13:37
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:23)

Tocca a Woody Allen con il suo Café Society aprire la 69esima edizione del Festival di Cannes. Il film di Allen non è in concorso, in questa categoria ritroviamo: Julieta di Pedro Almodovar, Personal Shopper di Oliver Assayas, il vincitore dello scorso anno, Juste La Fin Du Monde di Xavier Dolan con Vincent Cassel, Léa Seydoux, American Honey dell’inglese Andrea Arnold, La Fille Inconnue dei fratelli Dardenne, Paterson di Jim Jarmusch, Elle di Paul Verhoeven, The Neon Demon di Nicolas Winding Refn (premiato qualche anno fa per la sceneggiatura del meraviglioso Drive), Ma’ Rosa di Cristian Mungiu (Palma d’Oro per 4 Mesi, 3 Settimane,  2 giorni), Ken Loach con I, Daniel Blake, The Handmaiden di Park Chan-Wook, Toni Erdemann di Maren Ade, Sean Penn con The Last Face, Ma Loute di Bruno Dumont, il regista di Una Separazione, Asghar Farhadi, con The Salesman, Nicole Garcia con Mal De Pierres, Alain Guirardie con Rester Vertical, Aquarius del brasiliano Mendoça-Filho, Loving di Jeff Nichols, Sieranevada del rumeno Cristi Puiu.

Per vedere un film italiano bisogna andare nella sezione Un Certain Regard, qui ritroviamo Pericle Nero di Stefano Mordini. Fuori concorso, anche Steven Spielberg e il suo GGG, The Nice Guys di Shane Black, Money Monster di Jodie Foster e Jonathan Jakubowicz e il suo Hands of Stone.

C’è anche un po’ d’Italia in Giuria, Valeria Golino è uno dei membri insieme all’attrice americana Kristen Dunst, il regista francese Arnaud Desplechin, il danese Mads Mikkelsen, il regista di Il figlio di Saul László Nemes, Vanessa Paradis, il produttore iraniano Katayoon Shahabi e Donald Shuterland, il presidente è il regista australiano George Miller. La giuria della sezione Un Certain Regard è, invece, presieduta dall’attrice svizzera Marthe Keller, la regista austriaca Jessica Hausner, il messicano Diego Luna, il regista svedese Ruben Östlund e la francese Céline Sallette. Nella parallela Quinzaine des Realiseteurs, fra gli altri, gli italiani: La pazza gioia di Paolo Virzì,  Fai Bei Sogni di Marco Bellocchio e Claudio Giovannesi e il suo Fiore. Nella sezione anche il cileno Pablo Larrain e il suo film su Neruda e Alejandro Jodorowski e Paul Schrader

La Palma d’Oro alla Carriera sarà consegnata all’attore francese Jean-Pierre Léaud, che appena 14enne esordì sulla Croisette insieme a François Truffaut nel capolavoro I 400 Colpi. Sarà un Festival all’insegna della sicurezza, già ieri è stato evacuato il Palazzo del Festival. Maestro di Cerimonie sarà l’attore francese Laurent Laffitte. Come ogni anno non mancheranno glamour, polemiche, la Palma d’Oro sarà assegnata il 22 maggio.

c.la.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
24276 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014