torna su
17/11/2019
17/11/2019

ADV

CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Venezia 73, tre film italiani in Concorso. Le info sulla rassegna

In programma dal 31 agosto al 10 settembre. Tante le star attese al Lido

Avatar
di Chiara Laganà | 2017-07-24 28/07/2016 ore 13:29
(ultimo aggiornamento il 24 Luglio 2017 alle ore 14:42)

Pubblicato il ricco programma di Venezia 73, ci saranno tre italiani in concorso: Piuma di Roan Johnson, il documentario Spira Mirabilis di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti e Questi Giorni di Giuseppe Piccioni. Il ricchissimo programma sarà aperto da La La Land di Damien Chapelle (premiato con l’Oscar per la sceneggiatura di Whiplash) con Emma Stone e Ryan Gosling (in concorso). Chiuderà, invece, I magnifici sette di Antoine Fuqua.

In Concorso, c’è molta attesa per La luce sugli oceani di Derek Cianfrance con la coppia Michael Fassbender e Alicia Vikander, entrambi di ritorno al Lido. Torna anche Tom Ford, che qui presentò il bellissimo A Single Man, con Nocturnal Animals interpretato da Jake Gyllenhaal e Amy Adams. Da segnalare in concorso anche: On The Milky Way che segna il ritorno a Venezia di Emir Kusturica, Arrival di Denis Villeneuve con Amy Adams nel cast, Voyage of Time di Terrence Malick, Frantz di François Ozon, Pablo Larrain con Jackie e Wim Wenders con The Beautiful Day of Aranjuez.

Nella categoria Fuori Concorso, l’evento speciale con la proiezione dei primi due episodi della serie TV firmata da Paolo Sorrentino The Young Pope. Da segnalare The Bleeder di Philippe Falardeau con Elizabeth Moss, Liev Schreiber e Naomi Watts. Á Jamais del francese Benoît Jacquot, Hacksaw Ridge ritorno alla regia di Mel Gibson e The Journey di Nick Hamm. Quattro italiani fuori Concorso: i documentari Assalto al cielo di Francesco Munzi e Our War firmato da Bruno Chiaravallotti, Claudio Jamapglia e Benedetta Argentieri e i film Monte co-produzione diretta da Amir Naderi e Tommaso diretto e interpretato da Kim Rossi Stuart.

C’è anche un po’ d’Italia nella categoria Orizzonti: il documentario Liberami di Federica Di Giacomo, Il più grande sogno di Michele Vannucci, il cortometraggio Stanza 52 di Maurizio Bracci, la co-produzione italo-coreana Good News di Giovanni Fumu, Colombi di Luca Ferri e Molly Bloom, il corto di Chiara Caselli. In questa sezione segnaliamo l’opera prima dell’attore spagnolo Raúl Arévalo Tarde para la ira, il film franco-belga Réparer les vivants di Katell Quillévéré, Ce qui nous éloigne, cortometraggio di Hu Wei con Isabelle Huppert.

Ancora Italia nella neonata sezione Cinema nel Giardino: L’estate addosso di Gabriele Muccino e Robinù di Michele Santoro e la co-produzione con gli USA Franca: Chaos and Creation, dedicato a Franca Sozzumi, la direttrice di Vogue Italia. In questa sezione anche l’esordio di James Franco con In Dubious Battle, il film d’animazione The Secret Life of Pets di Chris Renaud e Yarrow Cheney.

Nella sezione Venezia Classici, classici restaurati fra i titoli: Manhattan di Woody Allen, Tutti a casa di Luigi Comencini, L’argent di Robert Bresson, I sette samurai di Akira Kurosawa, Il ladro di Parigi di Louis Malle, Oci Ciornie di Nikita Michalkov, Un lupo mannaro americano a Londra di John Landis, La battaglia di Algeri di Gillo Pontecorvo, 1848 e Profumo di Donna di Dino Risi, Stalker di AndrejTarkovskij.

Madrina della manifestazione sarà l’attrice Sonia Bergamasco, i Leoni d’Oro alla Carriera andranno a Jean-Paul Belmondo e a Jerzy Skolimowski. Tre giurie del Festival, Venezia 73 che assegnerà il Leone D’Oro e i premi principali è presieduta dal regista britannico Sam Mendes ed è composta dall’artista, cantante, regista e scrittrice statunitense Laurie Anderson, l’attrice britannica Gemma Arterton, Giancarlo De Cataldo, l’attrice tedesca Nina Hoss, l’attrice francese Chiara Mastroianni, il regista statunitense Joshua Oppenheimer, il regista venezuelano Lorenzo Vigas e l’attrice, regista e cantante cinese Zhao Wei. La giuria di Orizzonti, invece, è presieduta dal regista francese Robert Guédiguian, il critico statunitense Jim Hoberman, l’attrice egiziana Nelly Karim, l’attrice italiana Valentina Lodovini, l’attrice e regista coreana Moon So-ri, il critico spagnolo José María (Chema) Prado e il regista indiano Chaitanya Tamhane. Kim Rossi Stuart, al Festival con Tommaso, presiederà la Giuria del Premio Venezia Opera Prima Luigi De Laurentiis – Leone del Futuro insieme a lui: la produttrice spagnola Rosa Bosch, l’attore e regista statunitense Brady Corbet, l’attrice spagnola Pilar López de Ayala e il critico cinematografico francese Serge Toubiana.

I numeri: i nuovi film sono 55, 19 in Concorso, 17 Fuori Concorso e 19 in Orizzonti. Ecco tutti i 55 film di Venezia 73:

Concorso
The Bad Batch, Ana Lily Amirpour (U.S.)
Une Vie, Stephan Brizé (France, Belgium)
La La Land, Damien Chazelle (U.S.)
The Light Between Oceans, Derek Cianfrance (U.S., Australia, New Zealand)
El ciudadano ilustre, Mariano Cohn, Gaston Duprat (Argentina, Spain)
Spira Mirabilis, Massimo D’Anolfi, Martina Parenti (Italy, Switzerland)
The Woman Who Left, Lav Diaz (Philippines)
La region salvaje, Amat Escalante (Mexico)
Nocturnal Animals, Tom Ford (U.S.)
Piuma, Roan Johnson (Italy)
Paradise, Andrei Konchalovsky (Russia, Germany)
Brimstone, Martin Koolhoven (Netherlands, Germany, Belgium, France, U.K. Sweden)
On the Milky Road, Emir Kusturica (Serbia, U.K., U.S.)
Jackie, Pablo Larrain (U.S., Chile)
Voyage of Time, Terrence Malik (U.S., Germany)
El Cristo ciego, Christopher Murray (Chile, France)
Frantz, François Ozon (France)
Questi Giorni, Giuseppe Piccioni (Italy)
Arrival, Denis Villenueve (U.S.)
The Beautiful Days of Aranjuez, Wim Wenders (France, Germany)

Fuori concorso
Evento speciale
: The Young Pope (episodes 1, 2), Paolo Sorrentino (Italy, France, Spain, U.S.)
The Bleeder, Philippe Falardeau (U.S., Canada)
The Magnificent Seven, Antoine Fuqua (U.S.)
Hacksaw Ridge, Mel Gibson  (U.S.)
The Journey, Nick Hamm (U.K.)
Á jamais, Benoît Jacquot (France, Portugal)
Gantz:O, Yasushi Kawamura (Japan)
The Age of Shadows, Kim Jee woon (South Korea)
Monte, Amir Naderi (Italy, U.S., France)
Tommaso, Kim Rossi Stewart (Italy)
Our War, Bruno Chiaravallotti, Claudio Jampaglia, Benedetta Argentieri (Italy, U.S.)
I Called Him Morgan, Kasper Collin (Sweden, U.S.)
One More Time with Feeling, Andrew Dominik  (U.K.)
Austerlitz, Sergei Loznitsa (Germany)
Assalto al cielo, Francesco Munzi (Italy)
Safari, Ulrich Seidl (Austria, Denmark)
American Anarchist, Charlie Siskel  (U.S.)

Orizzonti
Tarde para la ira, Raúl Arévalo (Spain)
King of the Belgians, Peter Brosens, Jessica Woolworth (Belgium, Netherlands, Bulgaria)
Through the Wall, Rama Burshtein (Israel)
Liberami, Federica Di Giacomo (Italy, France)
Big Big World, Reha Erdem (Turkey)
Gukuroku, Ishikawa Kei (Japan)
Maudit Poutine, Karl Lemieux, (Canada)
São Jorge, Marco Martins (Portugal, France)
Dawson City: Frozen Time, Bill Morrison (U.S., France)
Réparer les vivants, Katell Quillévéré (France, Belgium)
White Sun, Deepak Rauniyar (Nepal, U.S., Qatar, Netherlands)
Malaria, Parviz Shahbazi (Iran)
Kekszakallu, Gaston Solnicky (Argentina)
Home, Fien Troch (Belgium)
Die Einsiedler,Fien Troch (Germany, Austria)
Il più grande sogno, Michele Vannucci (Italy)
Boys in the Trees, Nicholas Verso (Australia)
Bitter Money, Wang Bing (China)

c.la.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
748 articoli

Giornalista, Truffaut mi ha fatto innamorare del cinema. Scrivo anche di TV, arte, serie TV, disabilità e musica

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014