torna su
22/07/2019
22/07/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Indivisibili, Edoardo De Angelis e le gemelle presentano il film

Angela e Marianna Fontana protagoniste del film premiato da SNGCC, in sala il 29

Avatar
di Redazione | 2016-11-26 27/09/2016 ore 14:00
(ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2016 alle ore 20:37)

Dopo il passaggio a Venezia 73, Indivisibili è stato presentato a Roma dal regista, Edoardo De Angelis, e dalle due protagoniste, le gemelle Angela e Marianna Fontana. Prima della conferenza stampa, è stato consegnato alle due attrici e al regista Edoardo De Angelis il Premio Pasinetti, assegnato dal Sindacato Nazionale Giornalisti e dei Critici Cinematografici. Indivisibili racconta la storia di due ragazze, due gemelle siamesi, Viola e Dasy: non hanno nessun organo in comune, eppure sono “indivisibili”, come recita il successo che le ha portate a essere ospiti di matrimoni, prediciottesimi e tutte le feste della zona di Castel Volturno. Un giorno le due sorelle scoprono che si possono dividere e nulla sarà più lo stesso.

Dopo Venezia 73, il terzo film di Edoardo De Angelis è reduce dal Toronto Film Festival e andrà al BFI London Film Festival: “Abbiamo raccolto l’esperienza che le stesse emozioni sono radicate nel racconto in una realtà specifica non ghettizzata”,  ha spiegato il regista di Mozzarella Stories e Perez. Protagoniste straordinarie del film le due gemelle (non siamesi) Angela e Marianna Fontana alla prima esperienza cinematografica: “Di Viola Desy ci è rimasto molto, ci hanno insegnato a vivere, a superare le nostre timidezze, è stato molto difficile interpretarle, camminare con quattro gambe non era per niente semplice”, hanno spiegato Marianna che interpreta la spigliata Desy. Le due sorelle sono “attaccate” alla coscia e per renderlo credibile le due sorelle dovevano sottoporsi a lunghe sessioni di trucco prima di andare in scena: “Erano legate grazie a una protesi”, ha spiegato il regista  “Per indossarla dovevano stare cinque ore al trucco da sommare alle dieci di lavorazione”.

“Siamo gemelle, ma fare le cose con un’altra persona, fa male e ti fa anche crescere e ti fa accettare per quello che sei”, ha detto Angela che interpreta, invece, la riflessiva Viola. Le due gemelle sono tanto affiatate come quelle del film, senza essere però attaccate: “Abbiamo passioni in comune, oltre che gemelle siamo migliori amiche”, hanno raccontato ai giornalisti.

La musica gioca un ruolo da protagonista nel film di Edoardo De Angelis, parte del merito è legato a Enzo Avitabile, autore della colonna sonora e di Indivisibili, Drin Drin e Tutt’ugual song’e criature, “capolavoro” opera del padre – padrone delle gemelle, Peppe. “Enzo Avitabile è stata la colonna sonora della mia vita, insieme ai Bottari di Portici che suonano degli strumenti ideati non lontano da dove vivevo”, ha spiegato il regista. “Indivisibili è un film musicale a tre livelli, il primo sono le canzoni scritte da Riccardo Ceres e le musiche di Enzo Avitabile, la colonna sonora originale e una poco udibile: prima di costruire ogni singola scena, gli attori ascoltavano il suono ricalcato dalle loti con delle casse che propagavano il suono, al ciak le botti andavano via, ma il loro suono e il loro ritmo restava”, ha spiegato Edoardo De Angelis.

L’idea di questo film è venuta leggendo un articolo del NY Times: “Siamo partiti da lì e pensavo già alla locandina con due water uno accanto all’altro e poi siamo arrivati a due persone che si ribellano al proprio destino e alla loro possibilità di dire IO”, ha sottolineato uno dei due sceneggiatori Nicola Guaglianone.

Viola e Desy, nel film, fuggono al loro destino “conquistano la loro possibilità di affermazione e identità. Mi piace che riescano a fuggire da questo reality, sono controcorrente perché vogliono allontanarsi dai riflettori”, ha spiegato De Angelis. Viola e Desy hanno i volti di Marianna e Angela: “Al provino ho chiesto loro di affidarsi i ruoli così Marianna è diventata Desy e Angela Viola”. Protagonista anche Castel Volturno e il litorale domizio: “Il luogo è uno specchio della storia e dei personaggi, c’è sempre una betoniera, la possibilità dunque di ricostruire e ricostruirsi”, ha spiegato Edoardo De Angelis. Nonostante siano esordienti le due attrici si sono subito ambientate sul set: “Non avevano bisogno degli attori professionisti come guida, le gemelle hanno dimostrato una grande attitudine e rettitudine. Hanno iniziato a vivere come loro, scrivevano un diario segreto firmandosi Desy e Viola. Abbiamo girato in sequenza così le ragazze si calavano al meglio nei due personaggi, sono ammirato da queste ragazze”, ha detto il regista.

Per Indivisibili, Edoardo De Angelis si è ispirato a Freaks di Todd Browning e, in particolare, alle gemelle siamesi protagoniste del film: Daisy e Violet Hilton, tanto che i nomi delle due ragazze sono un omaggio a loro. “Ho voluto fare una napoletanizzazione del film, e le siamesi di Freaks erano belle ragazze e al loro modo dei mostri. C’è un’attrazione e una repulsione che questo film riproduce in ogni fotogramma”, ha spiegato.

Quanto alla scelta di vestire le due gemelle come “due madonne”: “È una zona in cui la religione dà pericolosamente le risposte a chi non ce l’ha, ma si tratta di finti miracoli. L’unico miracolo è l’innocenza di queste ragazze e ho cercato di proteggere la loro purezza”, ha aggiunto, “Volevo equilibrare l’esoterico e il reale, il terreno e lo spirituale, il brutto e il bello e ogni volta che qualcosa dei due è sbilanciato, nasce l’emozione”.

Alle due gemelle questo film ha cambiato la vita, ma sentiamo cosa raccontano in questo video:

(c.la.)

https://www.youtube.com/watch?v=b04Eox7RbEY

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
20631 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014