torna su
17/09/2019
17/09/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Morta Carrie Fisher, addio all’indimenticabile Principessa Leila

L’attrice, 60 anni, si è spenta per i postumi di un attacco cardiaco 

Avatar
di Chiara Laganà | 2016-12-28 28/12/2016 ore 1:32

Carrie Fisher nei panni della Principessa Leila

Carrie Fisher, l’indimenticabile attrice che ha interpretato la Principessa Leila in Guerre Stellari, è morta. Se ne va a 60 anni dopo aver sofferto qualche giorno fa un attacco cardiaco. Carrie Fisher è l’ennesimo nome che si aggiunge a una lista di star della musica e del cinema che ci hanno lasciato in questo nefasto 2016. Solo qualche giorno prima, il 25 dicembre, era morto George Michael.

A confermare il decesso la famiglia dell’attrice, la figlia, Bille Lourd, in una nota: “È con profondo dolore che confermiamo che la nostra amata madre, Carrie Fisher, ci ha lasciato questa mattina. Era amata dal mondo e mancherà profondamente”. Carrie Fisher si trovava in volo, lo scorso 23 dicembre, quando ha subito un attacco cardiaco, una volta abbandonato il volo, l’attrice 60enne è stata trasportata in ospedale dove è deceduta.

Nata a Beverly Hills nel 1956, la sua era una famiglia di star: la madre è l’attrice, cantante e ballerina Debbie Reynolds, mentre il padre era Eddie Fisher, cantante super famoso negli anni ’50 che sposò dopo aver lasciato Reynolds, Liz Taylor.

La sua carriera sarà legata per sempre a Guerre Stellari, dopo aver abbandonato Hollywood, nel 1973 s’iscrive alla Central School of Speech and Drama di Londra, qui trascorre un anno studiando recitazione.

Dopo solo due anni, il debutto in Shampoo al fianco di Warren Beatty e nel 1977 arriva la parte della principessa Leila, Leia in originale, il ruolo coincide anche con una lunga relazione tormentata con la co-star Harrison Ford, della quale da poco aveva parlato nel suo libro autobiografico, pubblicato qualche mese fa: The Princess Diarist.

Dal 1977 al 1983, l’attrice frequentò il cantante Paul Simon, sposato nel 1983 e da cui ha divorziato nel 1984. Simon dedicò Heart and Bones alla loro relazione. Dopo iniziò la sua relazione con Bryan Lourd, l’agente dalla quale ebbe la figlia Billie, la loro relazione terminò quando Bryan la tradì con un uomo.

Per l’attrice non solo Star Wars, Fisher ha recitato anche The Blues Brothers, Harry ti presento Sally, Hannah e le sue sorelle nel documentario Wishful Drinking. Del suo rapporto difficile con alcool e droghe, Carrie Fisher ha sempre parlato: ha affermato che aveva assunto cocaina sul set di L’Impero Colpisce Ancora, come del bipolarismo di cui soffriva.

Commuovente il ricordo di Harrison Ford: Carrie era unica, brillante, originale, buffa ed emotivamente senza paura. Ha vissuto la sua vita con coraggio.  L’attrice lascia la figlia Billie, attrice nella serie TV Scream Queens, la madre Deborah Reynolds, il fratello Todd e i fratellastri Joely Fisher e Tricia Leigh Fisher.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
748 articoli

Giornalista, Truffaut mi ha fatto innamorare del cinema. Scrivo anche di TV, arte, serie TV, disabilità e musica

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014