torna su
23/09/2019
23/09/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Teatro Argot, il programma fino al 5 marzo

Dal 28 febbraio al 5 marzo, il collettivo romano Isola Teatro propone presso il Teatro Argot Studio per la stagione special una settimana densa di appuntamenti con proposte di natura differente che muovono da una riflessione comune

Avatar
di Redazione | 2017-02-28 28/02/2017 ore 9:37

Dal 28 febbraio al 5 marzo, il collettivo romano Isola Teatro propone presso il Teatro Argot Studio per la stagione special una settimana densa di appuntamenti con proposte di natura differente che muovono da una riflessione comune. E’ la regista e fondatrice del gruppo Marta Gilmore, a spiegare in una nota introduttiva le ragioni di fondo o piuttosto le urgenze da cui questo progetto è nato. “Insieme ai miei compagni di viaggio mi sono a lungo interrogata sulla natura e sulle forme di scrittura partorite dalla scena e per la scena, sui processi creativi, collettivi e individuali, ad essi connessi, nonché sulla relazione fra i soggetti coinvolti in questi processi.”

Nei primi tre giorni della settimana, da martedì 28 febbraio a giovedì 2 marzo, andranno in scena tre monologhi scritti e interpretati dagli attori che li recitano: La casa bianca, presentazione in anteprima nazionale di un lavoro ancora in fieri di e con Armando Iovino, che parte da un episodio familiare per affrontare alcuni nodi che riguardano il rapporto fra la comunità e il territorio nel cosiddetto “triangolo della morte” della provincia napoletana; La vita davanti, di e con Tony Allotta, liberamente ispirato al romanzo Tutta la vita davanti a sé di Roman Gary, che racconta l’infanzia e l’educazione sentimentale di un bambino arabo cresciuto da una prostituta ebrea scampata allo sterminio nazista nella Belleville parigina degli anni ’80; e Ummonte, di e con Elisa Porciatti, menzione Premio Scenario 2013, che esplora i paradossi di un sistema economico in crisi e lo sgretolarsi delle certezze di un’intera collettività, nella bella e impossibile Siena, volutamente mai citata eppure molto presente.

 

Ancora il 2 marzo, nel pomeriggio, si svolgerà la passeggiata performativa di Tony Allotta Pasolini a Monte Testaccio – Come cani senza padrone, organizzata insieme all’Associazione Ottavo Colle, con visita guidata al Monte a cura di Irene Ranaldi e musiche dal vivo di Giorgia Frisardi.

 

Infine venerdì 3 e sabato 4 marzo il gruppo ripropone il già citato Friendly Feuer (una polifonia europea), con Eva Allenbach, Tony Allotta, Marta Gilmore, Armando Iovino , Vincenzo Nappi appena tornato da tre date a Milano, all’interno del focus WAR di Zona K, spazio vincitore del premio Rete Critica 2016. ll lavoro – andato in scena a Roma al Teatro India, allo Strike Spa e all’Angelo Mai in una serata congiunta con il Wu Ming Contingent e al Festival Territori di Bellinzona, Svizzera – interroga il rapporto fra l’Europa di oggi e quella di cento anni fa, all’epoca della prima guerra mondiale. Consultando fonti letterarie e documentarie, mischiando in scena più di una lingua e diversi linguaggi performativi, compreso l’uso della tecnologia e la multimedialità, lo spettacolo affronta le molte declinazioni del “fuoco amico” che titola il lavoro, a partire da un’immagine che accomuna quel passato con il nostro presente: un’umanità sola e disperata che tenta di sfuggire alla guerra.

 

Infine, ogni giorno dal martedì alla domenica, il collettivo sarà impegnato in un laboratorio di formazione su Bei Soldi, traduzione italiana ad opera della stessa Gilmore di Serious Money di Caryl Churchill. Vincitore del Laurence Olivier Award for Best New Play e del 1988 Obie Awards Best New American Play, Serious Money è un testo scritto nel 1987 dalla già citata Caryl Churchill, autrice di testi quali Top Girls, Cloud Nine, Far Away, maestra del teatro britannico contemporaneo, seppure poco conosciuta e rappresentata in Italia. Scritto prevalentemente in versi sciolti rimati, il testo è una satira spumeggiante sul mondo della borsa e della finanza internazionale, nel momento della transizione dagli scambi “alle grida” della vecchia borsa valori alle transazioni telematiche del mondo globalizzato di oggi.

PROGRAMMA

martedì 28 febbraio

LA CASA BIANCA

studio per uno spettacolo (anteprima nazionale) di e con Armando Iovino, regia Marta Gilmore

a seguire, ore 21:00

LA VITA DAVANTI

di e con Tony Allotta

 

giovedì 2 marzo

ore 14:30 (presso Monte dei Cocci)

PASOLINI E MONTE TESTACCIO – COME CANI SENZA PADRONE

passeggiata perfomativa a cura di Tony Allotta?con visita guidata di Irene Ranaldi e incursioni musicali di Giorgia Frisardi Per info e prenotazione: iranaldi1973@gmail.com

ore 20:30

UNMONTE (menzione speciale Premio Scenario 2013) di e con Elisa Porciatti

 

venerdì 3 e sabato 4 marzo

FRIENDLY FEUER (una polifonia europea)?

con Eva Allenbach, Tony Allotta, Armando Iovino, Marta Gilmore, Vincenzo Nappi, Regia e drammaturgia Marta Gilmore – ore 20:30 ?

 

FORMAZIONE

dal 28 febbraio al 5 marzo

IL PERIMETRO DEL VERSO – terzo capitolo?laboratorio di studio e ricerca su Bei Soldi di Caryl Churchill a cura di Marta Gilmore (traduttrice del testo)

 

CONDIVISIONI (ingresso libero)

domenica 5 marzo?

BEI SOLDI di Caryl Churchill – condivisione di un percorso di formazione

ore 17:30

a seguire

NON NORMALE NON RASSICURANTE, IL TEATRO DI CARYL CHURCHILL

Incontro/riflessione con Paola Bono e chiacchierata con il pubblico sul percorso appena concluso.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
21104 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014