torna su
21/11/2019
21/11/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Da Il Diritto di Contare a Kong Skull Island, i film del weekend

In sala anche La luce sugli oceani, Autopsy, Bleed, Strane straniere, Questione di karma, Il padre d’Italia, Mister universo, Phantom Boy, Gomorroide

Avatar
di Chiara Laganà | 2017-03-10 9/03/2017 ore 14:47
(ultimo aggiornamento il 10 Marzo 2017 alle ore 15:02)

Il diritto di contare

Moltissimi i film in uscita a cavallo fra l’8 e il 9 marzo si va da Il diritto di contare; la straordinaria storie di tre matematiche afro-americane che con i loro studi contribuirono alla corsa spaziale americana; il deliziosamente trasse Kong Skull Island, il melò La luce sugli oceani con la coppia Michael Fassbender -Alicia Vikander; l’horror Autopsy; il documentario Strane Straniere, Bleed con Miles Teller dedicato alla boxe; il divertente Questioni di karma; l’interessante Il padre d’Italia; il film italo-austriaco Mister Universo; il cartone Phantom Boy e l’ironia sul mondo della camorra di Gomorroide. Molti titoli sono già in sala da ieri per festeggiare l’8 marzo.

Il Diritto di Contare, Theodore Melfi
con Taraji P. Henson, Octavia Spencer, Janelle Monáe, Kevin Costner, Kirsten Dunst, Jim Parson

Katherine G. Johnson, Dorothy Vaughan e Mary Jackson sono tre matematiche di colore e lavorano alla NASA in una sezione apposita per loro: la sezione di calcolo per persone di colore. Siamo nella Virginia degli anni della segregazione razziale e nello stato vigono le leggi Jim Crow che separano le persone di colore dai bianchi. Quando per l’ennesima volta l’URSS supera gli Stati Uniti nella corsa allo spazio, mandando per primi un uomo in orbita il cosmonauta Yuri Gagarin, il leader dello Space Task Group della NASA, Al Harrison, decide di migliorare il suo team e per farlo assume una matematica della sezione calcolo: Katherine G. Johnson. Bambina prodigio e genio sin dalla tenera età, Katherine s’inserirà con enormi difficoltà nel team, costretta a fare un chilometro solo per andare in bagno e a bere caffè da una caraffa diversa. Harrison prenderà le sue difese e il contributo di Katherine e delle altre straordinarie donne della sezione calcolo “di colore” sarà fondamentale per la NASA. Basato su una straordinaria storia vera, un cast d’ensemble, è proprio il caso di dire, spaziale. Da non perdere.

Kong Skull Island, Jordan Vogt-Roberts
con Tom Hiddleston, Samuel J. Jackson, Brie Larson, Toby Kebbel, John Goodman,  John C. Reilly

Siamo nel 1973 e la società segreta Monarch ha scoperto che esiste un’isola sconosciuta e inesplorata nel Sud del Pacifico. Nonostante sia una missione carissima, il governo USA dice sì e ad affiancare gli scienziati di Monarch ci sarà un reggimento dell’esercito USA che sta per lasciare il Vietnam, insieme a loro un mercenario inglese e una fotoreporter. Una volta arrivato sull’isola, il team scoprirà il suo re incontrastato: un gorilla enorme che decima la squadra, è King Kong. L’esercito cerca vendetta, mentre Monarch, il mercenario e la fotografa cercano di capire di cosa si tratti ad aiutarli un reduce della seconda Guerra Mondiale perfettamente integrato con la popolazione locale e che non teme il gigantesco primate e ha passato gli ultimi 28 anni a Skull Island. Nuovo adattamento di King Kong, a 12 anni dall’ultimo, deliziosamente trash con una fotografia stupenda (che ricorda Apocalypse Now) e una colonna sonora da urlo. Sarà il primo capitolo di una nuova franchise cinematografica. Diretto da un regista quasi esordiente. Da vedere!

La luce sugli oceani, Derek Cianfrance
con Michael Fassbender, Alicia Vikander, Rachel Weisz, Jack Thompson, Bryan Brown

Tom Sherbourne è un reduce della prima Guerra Mondiale, per dimenticare decide di diventare il guardiano del faro di un’isola sperduta, l’isola di Janus,  ai confini dell’Australia un posto talmente lontano dove nessun guardiano del Commonwealth vuole lavorare. Tom sarà lì per un periodo di prova e trova un po’ di conforto nella famiglia Graysmark, finendo per sposare Isabel, la loro figlia. I coniugi Sherbourne provano ad avere figli, ma la donna continua a perderli. Dopo aver seppellito il secondo figlio, dal mare arriva una barca con a bordo un uomo morto e una piccola bambina per Isabel è il compimento del desiderio di maternità. Tom vuole denunciare la cosa, ma Isabel lo convince di insabbiare l’accaduto. Al battesimo della piccola Lucie, Tom scoprirà che è la figlia della più donna più ricca del Paese che da quattro anni piange la sua scomparsa. Sullo stupendo set fra la Nuova Zelanda e la Tasmania, è nato l’amore fra i due protagonisti. Il film, presentato a Venezia 73, è tratto dal bestseller dell’autrice australiana M. L. Steadman.

Autopsy, André Øvredal
con Brian Cox, Emile Hirsch, Catherine Kelly, Ophelia Lovibond, Parker Sawyers

Tommy e Austin Tilden sono padre e figlio e hanno ereditato lo studio di medicina legale di famiglia. Quando a Grantham, in Virginia, succede un omicidio sono Austin e Tommy ad eseguire l’autopsia. Mentre la polizia indaga su un duplice misterioso omicidio, dai sotterranei di una casa emerge il cadavere perfettamente integro e intatto di una sconosciuta: una Jane Doe. Tommy Tilden, una lunga esperienza in autopsie, non si spiega come il cadavere si sia mantenuto così perfetto, una volta iniziato ad analizzarlo iniziano a succedere cose strane, sembra che Jane Doe non voglia essere toccata. Un thriller ben diretto dal norvegese Øvredal.

Bleed – Più forte del destino, Ben Younger
con Miles Teller, Aaron Eckhart, Ciáran Hinds, Katey Sagal, Ted Levin

Vinny Pazienza è un pugile noto con il soprannome me di The Pazmanian Devil. Vinny ha un brutto incidente che lo costringe a passare mesi in ospedale con un collare a reggergli tutte le ossa del corpo. Vinny non perde però la speranza, aiutato dall’ex pugile Kevin Rooney riesce a prepararsi per il suo ritorno sul ring: ritorno che lo porterò a battere il campione dei pesi medi WBC Luis Santana. La vera storia del pugile italoamericano Vinny Pazienza. Ben Younger torna alla regia dopo gli anni di pausa dopo Prime. Ritroviamo Miles Teller, protagonista di Whiplash, secondo film del regista di La La Land Damien Chazelle.

Strane Straniere, Elisa Amoruso
con Radoslava Petrova, Sihem Zrelli, Ana Laznibat, Ljuba Jovevic, Fenxia “Sonia” Zhou

Cinque donne, cinque strane straniere: la bulgara Radoslava impegnata nel mare vicino Massa a lavare come pescatrice; la tunisina Sihem che si occupa di anziani con un’associazione; le amiche Ana e Ljuba, una croata e l’altra serba, che gestiscono una galleria d’arte a Monti e Sonia, la manager del più noto ristorante cinese di Roma. Le loro storie sono raccolte in un documentario diretto da Elisa Amoruso, che aveva già raccontato una storia “al margine” in Fuoristrada. Cinque donne straordinarie, cinque “strane” straniere. Il documentario è su di loro. In sala già dall’8 marzo, distribuito da Istituto Luce. Presentato a Roma alla Festa del Cinema.

Il padre d’Italia, Fabio Mollo
con Luca Marinelli, Isabella Ragonese, Anna Mazzeo

Paolo ha 30 anni e vive a Torino, ha da poco chiuso una relazione importante, vive in modo solitario e in pochi conoscono il suo triste passato. Una sera, in una discoteca gay, incontra una ragazza incinta che gli sviene fra le braccia. Mia, la ragazza, gli sconvolgerà la vita. Prima lo porta a Roma, dove viveva prima di andare a Torino, poi a Napoli, dove vive il padre del bambino e i due in furgone attraversano l’Italia, fino a Reggio Calabria, da dove Mia era partita anni prima. In viaggio fra di loro nasce una storia d’amore, d’amicizia e di fiducia. E così Paolo riscopre il desiderio di vivere… Secondo film di finzione per il regista reggino Fabio Mollo, dopo Il Sud è Niente, ambientato in Calabria, un road movie da Torino al Sud. Da vedere.

Questione di karma, Edoardo Falcone
con Fabio De Luigi, Elio Germano, Isabella Ragonese, Eros Pagni, Stefania Sandrelli, Daniela Di Virgilio, Massimo De Lorenzo

Giacomo è un erede di un’importante dinastia di industriali, la sua vita è stata segnata dal suicidio del padre. Invece di interessarsi all’azienda, s’interessa di tutt’altro: arti marziali, culture orientali, sanscrito, giapponese. Un giorno, grazie a un vecchio libro sulla reincarnazione, incontra un esperto del tema, lo studioso gli dice che suo padre si è reincarnato in Mario Pitagora. Un truffatore, sempre inseguito da qualcuno che approfitta della situazione. Fra i due, nonostante tutto, nasce un’intesa quasi paterna. Cosa succederà quando Giacomo scopre di essere stato raggirato? Secondo film diretto da Edoardo Falcone dopo il successo di Se Dio vuole, presto un remake USA, ottima coppia di attori per una commedia ben scritta e divertente.

Gomorroide, di e con I Ditelo Voi

Tre attori di matrice e carriere diversa, uno viene dal teatro impegnato, l’altro è una star del reality e il terzo è un comico, s’incontrano sul set di una commedia che si prende gioco della Camorra: Gomorroide. Uno show fatto di tic, tormentoni tutti per prendersi gioco dell’organizzazione criminale. La camorra però non sembra prenderla bene e minaccia gli attori e il team dietro la serie TV, i tre sono costretti a vivere sotto scorta e a mettere tormentoni e battute da parte per un po’, ma il pubblico li richiama a gran voce. Primo film per i comici napoletano I Ditelo Voi, si basa su sketch già visti in TV e sul Web.

Phantom Boy, Jean-Loup Felicioli, Alain Gagnol
con Edouad Baer, Jean-Pierre Marielle, Audrey Tautou, Alex Robini

Leo è un ragazzino che si sottopone a chemioterapia, il suo spirito riesce a lasciare l’ospedale dove è in cura e percorrere le vie di New York. Un potere che interessa anche un poliziotto ricoverato nello stesso ospedale. Leo darà la caccia a un orrido sfigurato che mette paura in città. Delizioso cartoon realizzato dalla coppia di registi nominata agli Oscar per A Cat in Paris.

 

Mister Universo, Tizza Covi
con Tairo Caroli, Wendy Weber, Arthur Robin

Tairo ha 20 anni ed è diventato un domatore di leoni, come suo pare. Il circo dove lavora ed è cresciuto è in forte crisi. Anche Tairo è in crisi: il suo leone è morto, la leonessa è troppo vecchia e ha perso il suo portafortuna, una sbarra di ferro che gli è stata piegata davanti agli occhi. L’uomo che gli piegò la sbarra di ferro è Arthur robin, Mister Universo nel 1957, il primo uomo di colore a vincere il titolo. Tairo, insieme all’amica contorsionista Wendy, inizierà a cercarlo in tutta Italia. Lo troverà?

 

 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
748 articoli

Giornalista, Truffaut mi ha fatto innamorare del cinema. Scrivo anche di TV, arte, serie TV, disabilità e musica

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014