torna su
28/01/2021
28/01/2021

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

In punta di piedi, la danza combatte la camorra in un film TV

Esordio di Alessandro D’Alatri nel piccolo schermo, con Bianca Guaccero, Cristiana Dell’Anna e l’esordiente Giorgia Agata. Il 5 febbraio su Rai 1 produce Barbareschi

Avatar
di Chiara Laganà | 2018-01-31 31/01/2018 ore 18:23

In punta di piedi, la danza sfida la camorra nel film TV di Rai 1 in onda il 5 febbraio

In punta di piedi è un film TV che parla di danza e di come attraverso la bellezza e la forza di tre straordinarie donne si riesca a battere la camorra. Il film Tv sarà in onda il prossimo 5 febbraio su Rai 1 in prima serata.

In punta di piedi è interpretato da Bianca Guaccero, Cristiana Dall’Anna, la giovanissima e bravissima Giorgia Agata e da Marco Palvetti. Si tratta della terza produzione di Casanova Multimedia, la casa di produzione di Luca Barbareschi, e l’esordio in TV per il regista Alessandro D’Alatri.

Il film TV racconta la storia di tre donne che s’incrociano nella periferia (disagiata) di Napoli: l’ex ballerina di danza classica Lorenza (Guaccero) che ha aperto una scuola di ballo per dare una speranza alle ragazzine del quartiere, Nunzia (Dall’Anna) la moglie di un camorrista e la mamma della piccola Angela (Agata) che sogna di diventare una ballerina.

La Casanova Multimedia di Luca Barbareschi produce un film TV per la Rai dopo La strada di casa e Rocco Chinnici – È così lieve il tuo bacio sulla fronte e come sottolinea Barbareschi: “In punta di piedi è una storia del Sud che sposa la linea editoriale di prodotti di grande qualità e dell’intrattenimento elaborativo. È basato su una storia vera, volevamo fare qualcosa d’importante in una città paradossale come Napoli che rappresenta la musica, la vita e la morte”.

In punta di piedi è diretto da Alessandro D’Alatri, il regista che ha portato al cinema the start up prodotto da Eliseo Cinema, partecipa alla conferenza stampa telefonando dal set del suo prossimo film, ambientato a Napoli. D’Alatri si dice emozionato per il debutto in TV e ha affermato che Napoli l’ha ispirato per realizzare “una storia di disagi, recupero, crescita”. Al regista è piaciuta questa storia perché “Il bene trionfa sul male, come si evince con la danza”.

Il film TV, in onda su Rai 1 il 5 febbraio in prima serata, è stato girato in alcune zone delicate e difficili come Castel Volturno e San Giovanni a Teduccio. In queste realtà difficili, anche se In punta di piedi è stato anche girato nella provincia caseratana, l’ex ballerina Lorenza ha aperto una scuola di danza che si chiama proprio come il film TV di D’Alatri, la interpreta Bianca Guaccero:

“Mi sono innamorata di lei a prima lettura, mi serviva come donna per via dei suoi conflitti interni ed esterni. La danza si oppone alla camorra, di Lorenza ho amato la sua dignità: rinuncia a una carriera internazionale per inseguire un’altra realizzazione, dare una vita migliore a queste ragazzine. Bisogna continuare a credere nei propri sogni”.

Nunzia, invece, è la madre di una delle sue allieve e la moglie di un camorrista del quartiere, la interpreta Cristiana Dell’Anna, Patrizia in Gomorra e qualche settimana fa Caterina Chinnici:

“Nunzia ha un risveglio graduale, basato su due eventi: il primo è l’incontro con l’insegnante di danza, le serve conoscere Lorenza per farle aprire gli occhi. Il secondo è l’amore per la figlia Angela. Uno sguardo al futuro e uno sul presente che la cambiano. Mi auguro che il pubblico di In punta di piedi sia più maschile, penso che noi donne sappiamo già di essere forti, come forte è la mia città, Napoli”.

Nunzia è sposata con il camorrista Vincenzo che per brame di potere fa scoppiare una guerra fra clan, lo interpreta Marco Palvetti:

La rivelazione del film TV è però la giovanissima e bravissima Giorgia Agata che interpreta Angela, una bambina di appena otto anni che già vive tutte le difficoltà e contraddizioni delle aree al centro di In punta di piedi.

“Anch’io come Angela, ho una migliore amica. È stato bello avere una persona come Elena (la piccola interpreta il ruolo dell’amica Lucia, vittima di camorra, ndr) per interpretare quella scena mi sono un po’ depressa, io ed Elena siamo molto simili”. “Abbiamo le stesse passioni, la danza e la recitazione – aggiunge Elena Foresta – e come Lucia e Angela siamo felici quando balliamo”.

In una scena la piccola attrice ha dovuto piangere a lungo, con un’esperienza da vendere la giovanissima ha spiegato come ci è riuscita: “Già nel provino mi era stato chiesto di piangere, e nella scena mi ha aiutato molto Cristiana Dell’Anna perché le emozioni devono scambiarsi”.

In punta di piedi è basato su una storia vera ed è nato – come ha spiegato uno dei tre sceneggiatori Pier Francesco Corona – dopo aver letto una notizia breve su un quotidiano campano:

“Uno degli autori è casertano e un suo amico conosceva la protagonista, inconsciamente siamo andati a intervistarla, pur non conoscendo il suo nome. La sua storia ci ha colpito e raccontare una storia di camorra attraverso gli occhi femminili e la danza era quello che volevamo fare. Uno sguardo femminile, il contrasto fra il mondo della grazia immerso nella camorra”.

Ed è proprio questo la forza di In punta di piedi, il film TV sarà in onda su Rai 1 il 5 febbraio.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
748 articoli

Giornalista, Truffaut mi ha fatto innamorare del cinema. Scrivo anche di TV, arte, serie TV, disabilità e musica

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014