torna su
18/10/2019
18/10/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Irish Film Festa, il festival del cinema irlandese al via

L’11esima edizione dal 21 al 25 marzo alla Casa del Cinema. Film, incontri e cortometraggi. Tutto il programma

Avatar
di Chiara Laganà | 2018-03-21 21/03/2018 ore 16:00

Il poster dell'11esima edizione del Festival

Undicesima edizione per l’Irish Film Festa, il festival dedicato al cinema irlandese alla Casa del Cinema dal 21 al 25 marzo. Da undici anni la rassegna porta il meglio della filmografia del Paese a Roma.

Il direttore artistico del festival, Susanna Pellis, ha presentato così quest’edizione: “Mentre il cinema irlandese continua a crescere e sorprendere, il nostro festival accoglie con soddisfazione un numero sempre maggiore di film e filmmaker che arrivano dal Nord Irlanda. Del resto, Irish Film Festa ha sempre guardato all’Irlanda come a un’isola artisticamente unita, siamo stati una manifestazione All Ireland fin dalla prima edizione”.

Come tradizione al Festival sarà dedicato un ampio spazio ai cortometraggi, per l’undicesima edizione sono in programma 16 titoli e ci sarà anche un panel dedicato alla realizzazione di corti (Making Shorts) con esperti del settore dell’Irlanda e dell’Irlanda del Nord. Fra i titoli Fuori concorso, invece, An Béal Bocht (The Poor Mouth) del regista Tom Collins, il primo adattamento animato dell’unico romanzo in lingua gaelica dello scrittore e giornalista irlandese Flann O’Brien, premiato al Galway Film Fleadh del 2017.

In programma anche Song of Granite di Pat Collins: un originale biopic dedicato al cantante irlandese Joe Heaney (1919 – 1984). Premiato per la migliore fotografia (Richard Kendrick) al Galway Film Fleadh 2017 ed è stato nominato a tre agli IFTA, gli Irish Film & Television Award.

Sabato 24 marzo, invece, sarà in programma Maze di Stephen Burke, un film ispirato all’evasione di 38 detenuti repubblicani dal carcere di Long Kesh nel 1983. Sarà presentato dal regista, la produttrice Jane Doolan e il protagonista Barry Ward (indimenticabile Jimmy’s Hall di Ken Loach). Maze è uno dei film di maggior successo in termini di pubblico in Iralnda, ha battuto il record di Room di Lenny Abrahamson ed è stato candidato a quattro IFTA.

Il western No Party for Billy Burns, scritto e diretto dall’esordiente Padraig Conaty, è ambientato a Cavan, città al confine con l’Irlanda del Nord. Conaty ha realizzato anche uno dei corti in concorso.

In programma anche Kissing Candice, film d’esordio della regista Aoife McArdle, nota per aver diretto molti video musicali che è stato in programma al Toronto Film Festival e alla Berlinale. È dedicato al pugile Sean Mannion, il documentario Rocky Ros Muc di Michael Fanning.

Mentre Handsome Devil è il nuovo film scritto e diretto da John Butler, autore di The Stag (The Stag – Se sopravvivo mi sposo, 2014) presentato all’Irish Film Festa: il film è un coming of an age ambientato in un college maschile.

Spazio dedicato anche ai cartoni animati, sarà proiettato The Breadwinner di Nora Twomey, uno dei migliori titoli dell’ultima edizione di Alice nella Città, e candidato agli Oscar per miglior film d’animazione. Un delicato ritratto di una ragazza afghana durante il regime talebano.

L’undicesima edizione dà spazio anche ai libri con #IFFbooks, sarà presentato il documentario My Astonishing Self: Gabriel Byrne on George Bernard Shaw, dedicato all’autore irlandese. Gabriel Byrne, la voce narrante del doc, è il protagonista dell’Irish Classic, Into the West (Tir-na-nOg – È vietato portare cavalli in città, 1992): scritto da Jim Sheridan e diretto da Mike Newell.

#IFFbooks ha in programma un incontro con Paul Lynch, uno dei più importanti giovani augtotri irlandesi. IRISH FILM FESTA è prodotto dall’associazione culturale Archimedia e realizzato in collaborazione con Irish Film Institute; con il sostegno di Culture Ireland, Irish Film Board, Turismo Irlandese; e il patrocinio dell’Ambasciata irlandese in Italia e delle Biblioteche di Roma.

Il programma

Mercoledì 21 marzo

20:00 Saluto dell’Ambasciatore d’Irlanda, S.E. Colm Ó Floinn, a seguire, il film d’apertura: Handsome Devil (2016, J. Butler) 90’ [preceduto dal corto The Date, 16’]

Giovedì 22 marzo

15:00 Panel: MAKING SHORTS – Il settore cortometraggi nell’industria cinematografica irlandese
19:00 #IFFbooks: IRISHFILMFESTA incontra lo scrittore Paul Lynch
21:00 Rocky Ros Muc (2017, M. Fanning) [preceduto dal corto Guard, 14’]

Venerdì 23 marzo

16:30 Cortometraggi in Concorso: Live Action
Listen – Gustav – Lava LisaMarky’s Bad Week QEDThe Jar
A Break in the Clouds
19:00 Cortometraggi in Concorso: Animazione
An Béal Bocht / The Poor Mouth (fuori concorso, introdotto da John McCourt, Università di Macerata)
DepartureCoranna – Late Afternoon The Line
21:00 Kissing Candice (2017, A. McArdle) [preceduto dal corto The Captors]

Sabato 24 marzo

15:30 Irish Classic: Into the West (1992, M. Newell) [preceduto dal corto You’re Not a Man at All]
18:00 Maze (2017, S. Burke) A seguire, Q&A con il regista Stephen Burke, la produttrice Jane Doolan e il protagonista Barry Ward
21:00 Omaggio a Cartoon Saloon: The Breadwinner (2017, N. Twomey)
Interviene Louise Bagnall, Creative Director di Cartoon Saloon [il film sarà preceduto dal corto Late Afternoon]

Domenica 25 marzo

16:00 Song of Granite (2017, P. Collins) introduce Kay McCarthy [preceduto dal corto Native]
18:30 My Astonishing Self: Gabriel Byrne on George Bernard Shaw (2017, G. Hoban )  Interviene Joanna Fallon, Università Roma Tre (a seguire: Q&A con il regista Gerry Hoban)
20:30 IFF Shorts Awards – Premiazione dei Cortometraggi Vincitori
a seguire, film di chiusura: No Party for Billy Burns (2016, P. Conaty)
Interviene il regista Padraig Conaty

Ingresso e biglietti
Le proiezioni e gli incontri sono tutti a ingresso gratuito fino a esaurimento posti.
Per le proiezioni con maggiore afflusso di pubblico, in particolare nel fine settimana, sarà possibile ritirare direttamente alla Casa del Cinema i biglietti gratuiti per l’ingresso 45 minuti prima dell’inizio.

Casa del Cinema
Largo Marcello Mastroianni

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
748 articoli

Giornalista, Truffaut mi ha fatto innamorare del cinema. Scrivo anche di TV, arte, serie TV, disabilità e musica

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014