torna su
18/10/2019
18/10/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Succede, il film ispirato al bestseller in sala dal 5 aprile

Il teen movie girato a Milano con attori e regista esordiente, è tratto dall’omonimo libro di Sofia Viscardi. Presentato dalla regista, il cast e dall’autrice

Avatar
di Chiara Laganà | 2018-03-26 26/03/2018 ore 18:44

Succede è ispirato all'omonimo romanzo, sarà in sala il 5 aprile. Ecco la regista e i giovani protagonisti in posa con Sofia Viscardi © Paolo Raeli

Succede è il film ispirato all’omonimo bestseller di Sofia Viscardi, diretto dall’esordiente Francesca Mazzoleni con quattro giovani protagonisti Margherita Morchio, Matilde Passera, Matteo Oscar Giuggioli e Brando Pacitto.

Succede racconta della 16enne Meg (Morchio), le sue prime cotte, le emozioni, i sentimenti, la quotidianità sua e di tre amici: Olly, Tom e Sam. Il film è ispirato al bestseller scritto dalla giovanissima Sofia Viscardi, youtuber e influencer, che l’ha scritto ad appena 18 anni.

A dirigerlo, la regista Francesca Mazzoleni, classe 1989, al suo primo lungometraggio:

“Il libro Succede è piombato nella mia vita, stavano cercando una regista e la casa di produzione Indigo mi ha contattata. Ho letto subito il libro e ho cercato di capire quanti elementi in comune c’erano e cosa risonasse nel racconto e c’era una chiave universale nel racconto e poteva rappresentare qualsiasi generazione. È il punto di vista di una ragazzina, poteva essere un racconto di formazione raccontato dall’interno. Ho trovato degli elementi che mi riguardavano e che ho usato per creare la storia, anche la differenza di età di dieci anni, mi ha aiutato a mantenere la spontaneità, non ho aggiunto giudizi o filtro, ho dato al racconto la tridimensionalità e ho dato ancora verità al racconto”.

Sofia Viscardi è soddisfatta del lavoro svolto da Francesca Mazzoleni e ha confermato che non è Meg, la protagonista del film:

“Il film è stato un’esperienza stimolante e interessante. Mi sono affacciata a un mondo che non conosco e ho visto un ambiente familiare, accoglientissimo. È stato molto bello perché non tradisce l’atmosfera del libro, è un racconto dei giovani dall’interno, ed è un film moderno con i giovani che si raccontano”.

Meg ha il volto della giovanissima Margherita Morchio, le due “Margherite” hanno anche qualcosa in comune:

“Ha 16 anni, è insicura, timida e razionale. Ho fatto un provino a marzo 2017, mi è arrivata una mail della mia scuola di teatro, ho inviato un video di presentazione e mi hanno richiamato, ho fatto una serie di provini e a luglio ho scoperto che avrei fatto questo film”.

La sua migliore amica nel film è Olly, interpretata dall’esordiente Matilde Passera, scelta con un casting online:

“Seguivo Sofia su Instagram e ha pubblicato un post in cui parlava della possibilità ai ragazzi di Milano dai 14 ai 19 anni di prendere parte al cast e ho partecipato. Eravamo più di mille alla selezione e poi ho scoperto che mi avevano preso. A luglio, con Margherita e Matteo abbiamo iniziato la preparazione delle scene”.

Matteo Oscar Giuggioli è Tom, il miglior amico di Meg e Olly e ha saputo del film mentre era al lavoro sul set de Gli Sdraiati:

“Ho fatto il provino pur senza sapere cosa fosse, ho avuto molti call back mentre giravo l’altro film e poi d’estate abbiamo realizzato il laboratorio”.

A completare il gruppo, il quarto attore Brando Pacitto, volto noto di Braccialetti rossi, e il più navigato dei quattro:

“Faccio sempre lo sfigato, mi devo fare qualche domanda. È stato bello lavorare al film perché ho scoperto Milano, il mio personaggio si trasferisce da Roma a Milano e ho scoperto che gli adolescenti milanesi sono diversi da quelli romani”.

È stato molto importante per i giovani attori il laboratorio estivo insieme alla regista, una scommessa nella scommessa per la casa di produzione Indigo:

“Penso che la possibilità di esordi giovani sia una cosa rara, inoltre un punto di vista di una donna e a quest’età è qualcosa che va preservato il più possibile”.

Molte delle scene nel film sono legate alla pioggia, i baci sotto la pioggia sono uno dei leitmotiv delle commedie romantiche, ma per la giovane regista si è trattato di un sotterfugi per descrivere i due ragazzi che corteggiano Meg.

La regia di Francesca Mazzoleni è un po’ insolita rispetto agli altri teen movie:

“Volevo fare la storia mia e che il film diventasse mio, ho cercato la possibilità dall’interno di poter apprendere elementi del reale nelle esperienze sentimentali e umane di Meg. Lei si completa da sola, ho cercato elementi in questo microcosmo, non volevo del realismo scarno, ma un naturalismo magico. Rispetto al libro volevo capire come arricchirlo, ho aggiunto il Planetario, il lago”.

Sofia Viscardi le ha affidato “il suo libro” perché provava un certo affetto per la storia dei quattro studenti milanesi. Meg, Olly, Tom e Sam spesso guardano serie TV, ma nonostante la giovanissima età del cast del film i quattro attori preferiscono il cinema: “Andare al cinema è un’emozione diversa”, afferma Matteo Oscar Giuggioli.

Una dei punti di forza del film Succede sono proprio i giovani protagonisti, soprattutto i principali Margherita e Matteo. La giovane attrice ha parecchio in comune con la sua omonima:

“Il rapporto che ho creato con Meg è molto intimo, mi rivedo in lei. Le prove ci hanno aiutato a entrare nei personaggi. La mia paura era mettere troppo del mio in questo personaggio, ho cercato di capire le nostre differenze”.

Matteo, invece, ha avuto un punto in comune al suo Tom:

“Interpretare una persona che è vicina a te stesso si è trattato di esternare quel sentimento. Ho delle analogie con Tom e sono stati fondamentali per animare quel personaggio, il suo passato, per interpretarlo devi capire chi è e cos’ha dentro”.

Sono adolescenti che interpretano loro stessi ed era fondamentale per la giovane regista “scovare nuovi talenti” e ha ringraziato la produzione che ha scommesso su “un quadruplo esordio”.

Sono giovani che usano Instagram, Facebook, WhatsApp che si corteggiano usando i social network e che erano stati precedentemente raccontati dalla loro (quasi) coetanea Sofia Viscardi che ha deciso di non prendere parte alla stesura del film:

“Il mio libro è finito nelle mani giuste, non volevo che si perdesse l’atmosfera. Mi sono sentita sicura quando ho incontrato Francesca, volevo che si preservasse la freschezza”.

Come per esempio la litigata fra Meg e Olly, che in molti hanno criticato nel libro di Viscardi tacciandola di stupida, ma è importante alla loro età. Sono ragazzi che si corteggiano e litigano via chat e via Messenger:

“Bloccare un’amica dopo una lita è un elemento della quotidianità, come quando Tom dà dei consigli alla madre per trovare l’amore online”.

Sono ragazze e ragazzi e sono finalmente al centro della storia, in un film scritto e diretto per loro. Un ottimo prodotto generazionale per i più giovani, fatto dai giovani.

Succede vi aspetta al cinema dal 5 aprile, prodotto da Indigo Film, Warner Bros e Roman Citizen, in collaborazione con Show Reel.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
748 articoli

Giornalista, Truffaut mi ha fatto innamorare del cinema. Scrivo anche di TV, arte, serie TV, disabilità e musica

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014