torna su
26/10/2020
26/10/2020

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

X Factor 2018, vince Anastasio il rapper campano

Il cantante di Mara Maionchi ha battuto in finale Naomi, concorrente di Fedez. Il resoconto della finale

Avatar
di Chiara Laganà | 2018-12-14 14/12/2018 ore 13:30

Anastasio ha vinto X Factor 2018, il rapper campano si è aggiudicato la 12esima edizione del talent © July Huring

A X Factor 2018 ha vinto Anastasio, il rapper di Meta di Sorrento si è aggiudicato la dodicesima edizione del talent musicale in onda su Sky Uno prodotto da Fremantle. Anastasio, forte del suo inedito già Disco d’oro La fine del mondo, ha sconfitto in finale Naomi. 

Anastasio era il concorrente di Mara Maionchi e porta il giudice più amato del talent sul gradino più alto, il rapper campano ha battuto in finale Naomi, la seconda classificata cantante portata avanti e guidata dal giudice Fedez. 

Ad aprire la finale, un omaggio alle vittime di Corinaldo sulle note di Heroes di David Bowie, a condurla come sempre Alessandro Cattelan. Il vincitore Anastasio aveva già infiammato il pubblico del Forum di Assago con una cover di Guerriero, cantata in coppia con Marco Mengoni, uno dei suoi cavalli di battaglia. Anastasio ha incantato il pubblico con un medley delle canzone fin qui eseguite a X Factor 2018: Se piovesse il tuo nome di Elisa, Generale di Francesco De Gregori e Another Brick in the Wall dei Pink Floyd. 

Con la vittoria del rapper Anastasio, X Factor si allontana dalla tradizione rappresentata dal vincitore della scorsa edizione, sempre rappresentato dal giudice Maionchi Lorenzo Licitra. Dopo Naomi, il terzo posto è stato occupato da Luna, voce della categoria Under Donne guidata dal contestatissimo giudice Manuel Agnelli. Fuori dal podio i Bowland, il gruppo della squadra di Lodo Guenzi, la voce de Lo Stato Sociale che ha sostituito il giudice Asia Argento a programma “iniziato”.

Anche l’edizione di quest’anno – come tradizione – è stata caratterizzata dalle polemiche: il dodicesimo X Factor è paritto con l’allontanamento di Asia Argento dalla scrivania dei giudici ed è continuato con l’addio di Manuel Agnelli a giudice del talent e si concluderanno nei prossimi giorni con la vittoria di Anastasio. 

Marco Anastasio, questo il nome completo del rapper di Meta di Sorrento, ha manifestato sul suo profilo Twitter e Facebook di essere vicino a Casa Pound e di essere un fan di Donald Trump e Matteo Salvini. Ha 21 anni, gli mancano quattro esami per laurearsi in Agraria e ama il rap e il Napoli, tanto che ha dedicato delle rime all’ex allenatore della squadra Sarri. 

Tornando alla finale di ieri, i settemila del Forum d’Assago hanno assistito alle esibizioni live dei Muse, ospiti stranieri della finale, e quella dei i Thegiornalisti e di Ghali, artista di musica trap. La vittoria del rapper era annunciata, Marco Anastasio ha scoperto la passione della musica da solo, ha già pubblicato un EP su YouTube, dove ha mosso i primi passi facendo freestyle. Anastasion è l’autore dei suoi testi, prodotti spesso da amici.

In termini di ascolti TV la finale del talent show di Sky Uno, andato in onda anche su TV8 e Cielo, è stata vista da 2.824.484 spettatori medi, con share complessivo del 13% e un totale di 7.744.932 spettatori unici diventando la finale più vista di sempre del talent show targato Sky, crescendo del +1,5% rispetto a quella dell’anno passato. La proclamazione del vincitore Anastasio è stato il momento più visto con il 20,8%, il picco di telespettatori è stato raggiunto alle 22:06 con 3.141.859, in corrispondenza del verdetto della prima manche. 

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
748 articoli

Giornalista, Truffaut mi ha fatto innamorare del cinema. Scrivo anche di TV, arte, serie TV, disabilità e musica

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014