torna su
16/04/2021
16/04/2021
Live TV

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Teatro di Roma, la nuova direzione, stiamo già lavorando

Barberio Corsetti e Corona hanno presentato loro progetto

Avatar
di Redazione | 2019-03-11 11/03/2019 ore 18:00

‘Abbiamo già cominciato a lavorare in maniera proficua e positiva” dicono assieme il presidente del Teatro di Roma Emanuele Bevilacqua e la nuova direzione artistica composta da Giorgio Barberio Corsetti affiancato da Francesca Corona, che hanno incontrato oggi la stampa anche se saranno in carica dal primo aprile.

Una nomina, visto il tanto lavoro svolto all’estero dai due, che ha ricevuto congratulazioni da tutta Europa. Con loro l’assessore alla cultura Luca Bergamo, che ha ribadito il completo appoggio dell’amministrazione comunale e di quella della Regione al nuovo progetto artistico, che va delineandosi in linea con gli obiettivi della politica culturale romana. Si tratta di tenere aperto il teatro Argentina il più possibile e naturalmente non solo per gli spettacoli e così fare con l’India e più avanti i teatri cosiddetti di cintura, in attesa il Valle ridiventi agibile per spettacoli dopo il bando europeo per interventi su impianti e messa in sicurezza che dovrebbe dare i propri risultati entro l’anno.

Si tratta di farne ”il Teatro della capitale, di una capitale europea, che sia centro culturale della città, perché un teatro non è solo una stazione in cui i lavori vanno e vengono, e sia in relazione con le realtà straniere, per collaborare, coprodurre, intercettare per Roma cose che diano la temperatura di quel che sta accedendo nel teatro internazionale nelle sue diverse declinazioni”, come spiega il nuovo direttore, annunciando che spera, entro giugno, di aver pronto il progetto e la programmazione per il 2020, visto che il ’19 è stato oramai programmato dall’ex direttore Antonio Calbi. Il Teatro di Roma entra nella visione politica di una messa in collegamento dei vari istituti culturali cittadini, che devono rendersi capaci di esplorare e raccogliere la dimensione verticale, la profondità culturale delle offerte nazionali e internazionali – sottolinea Bergamo – ma assieme garantendo la fruizione a ogni tipo di pubblico, anche il più lontano, in una città dallo sviluppo disorganico come Roma (2,8 milioni di abitanti su un territorio di 1200 Km quadrati da amministrare, contro, per esempio, i 2 milioni su 102 Km quadrati di Parigi). Una città in cui si avverte sempre il valore del suo grande patrimonio storico, delle sue stratificazioni archeologiche e culturali, ma che deve anche guardare a quelle sociali, rivolgendosi a un mondo contemporaneo in modo da essere nella società d’oggi. ”Il Teatro di Roma deve essere quindi aperto, poroso – dice Corona – a una pluralità di pensiero e sguardi, puntando a una trasformazione che può essere solo collettiva per cambiare la geografia delle narrazioni che vogliamo mettere in atto”.

Argentina e India corrisponderanno a un unico progetto con le medesime cose, magari anche intercambiabili, in modo che attraverso la articolazione concreta del fare quotidiano vada prendendo corpo il teatro pubblico del futuro. Francesca Corona ricorda di assere cresciuta e aver sempre lavorato per spazi e manifestazioni indipendenti (a cominciare da Short Theatre) e dice di ”sentire la responsabilità di portare questa alterità all’interno del teatro pubblico, trovandole nuovo respiro e dandone nuovo alle istituzioni”. L’idea della nuova direzione è di riuscire a coinvolgere, far confrontare, sviluppare all’interno del teatro, tutti assieme e con tutte le forze del teatro, una pluralità di creazioni, pensieri, desideri, pulsioni, per creare il nuovo e aperto: ”Stiamo lavorando a questo, alle idee guida e il come realizzarle, pensando tutto in maniera più organica, partendo dal fatto che ogni spettacolo abbia una sua necessità e da questa necessità nasca anche il resto riuscendo ad andare vicino e lontano, sapendo che parlare è più facile, ma che presto bisogna passare anche all’azione”.

Stampa

A proposito dell'autore

Avatar
25299 articoli

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014