Decoro: Codacons, da villa Torlonia a Villa Ada amaro scenario

Monitoraggio in vista delle Olimpiadi 2024 e del Giubileo Straordinario

“Neanche le ville storiche vengono risparmiate dalla condizione di generale degrado e disfacimento che caratterizza la Capitale: un’amara constatazione per gli ispettori del Codacons, che da settimane stanno realizzando un monitoraggio sulla città eterna in vista delle Olimpiadi 2024 e del Giubileo Straordinario. Villa Torlonia, Villa Ada e Villa Borghese rappresentano tre patrimoni cittadini: i romani sono legatissimi alle ville storiche, veri e propri polmoni verdi, oasi di pace e relax che custodiscono una storia secolare. Eppure, questo non le ha salvate dallo sfacelo, che anche qui prende le forme di una manutenzione del tutto assente, di una vegetazione che ha raggiunto dimensioni amazzoniche, di una cartellonistica del tutto devastata – denuncia il Codacons – Le ville storiche della capitale si trovano in uno stato di generale abbandono, come confermano le tante tracce di accampamenti e la presenza costante di sterpaglie e rifiuti. Le telecamere di CodaconsTV hanno registrato tale situazione pubblicando un apposito video di denuncia visibile all’indirizzo web https://www.youtube.com/watch?v=0fz-WZ_A0wk o sulla pagina Facebook dell’associazione; uno scenario fatiscente, anche stavolta nessuna traccia del personale comunale o di addetti alla custodia delle ville, mentre si avverte la presenza di pericoli per l’incolumità dei cittadini. E pensare che di ‘degrado dei parchi’ si parla almeno dal 1989, quando un solaio pericolante uccise una bambina a Villa Torlonia: è passato un quarto di secolo, e siamo ancora al punto di partenza”. Lo comunica, in una nota, il Codacons.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna