15 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Expo 2015: Cisl, Lombardia onesta reagisca contro illegalita' e malaffar

(ASCA) – Milano, 15 mag 2014 – La Lombardia onesta deve ”reagire” contro l’illegalita’ e il malaffare emersi dall’inchiesta su presunte tangenti negli appalti Expo. Questo l’appello lanciato da Gigi Petteni, segretario generale della Cisl Lombardia, e indirizzato a tutte le forze del mondo del lavoro e del sociale in Lombardia. ”Legalita’, etica, sono valori […]

(ASCA) – Milano, 15 mag 2014 – La Lombardia onesta deve ”reagire” contro l’illegalita’ e il malaffare emersi dall’inchiesta su presunte tangenti negli appalti Expo. Questo l’appello lanciato da Gigi Petteni, segretario generale della Cisl Lombardia, e indirizzato a tutte le forze del mondo del lavoro e del sociale in Lombardia. ”Legalita’, etica, sono valori che la Lombardia del lavoro e del sociale porta avanti ogni giorno. Dobbiamo mobilitarci e scendere in piazza, per far sentire che c’e’ una Lombardia che non ne puo’ piu’ e vuole reagire, per non essere complice di tanto malaffare”, sono state le parole del sindacalista, intervenuto questa mattina a incontro nell’ambito della Giornata nazionale della previdenza. ”Sono giorni – ha aggiunto – tutt’altro che esaltanti per la nostra regione, che dovrebbe essere il motore, il cuore del Paese. Da tempo e in piu’ ambienti si sostiene che bisogna far ripartire Milano e la Lombardia per rilanciare lo sviluppo. Eppure stanno prendendo il sopravvento arresti e avvisi di garanzia, nel mondo di Expo, della sanita’ e delle banche”. La parola d’ordine di Petteni e’ ”reagire” perche’ ”la maggioranza della Lombardia opera, si batte, reagisce. Lasciamo chiudere la campagna elettorale, ma poi mobilitiamoci e facciamo sentire la voce della regione che in modo onesto lavora e combatte ogni giorno per la legalita’ e la trasparenza”. Dal segretario generale della Cisl lombarda anche la proposta, volutamente provocatoria, di ripartire dal basso e ”creare nuovi meccanismi affinche’ nei luoghi dove si decide non continuino ad esserci solo rappresentanti del mondo politico, economico e finanziario. Operai, volontari, madri di famiglia non avranno le competenze – sono state le sue parole – ma hanno etica e buon senso, che e’ cio’ che oggi davvero manca”. com-fcz mau

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014