23 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Expo 2015: Frigerio intercettato, ho scatenato Maroni su Vie d'Acqua

(ASCA) – Milano, 8 mag 2014 – Gianstefano Frigerio, l’ex parlamentare della Dc arrestato oggi nell’ambito dell’inchiesta su un giro di tangenti negli appalti Expo, avrebbe effettuato pressioni nei confronti di Roberto Maroni sulle Vie D’Acqua, opera legata all’Expo e messa a rischio dalle proteste di associazioni ambientaliste e comitati cittadini milanesi. In un colloquio […]

(ASCA) – Milano, 8 mag 2014 – Gianstefano Frigerio, l’ex parlamentare della Dc arrestato oggi nell’ambito dell’inchiesta su un giro di tangenti negli appalti Expo, avrebbe effettuato pressioni nei confronti di Roberto Maroni sulle Vie D’Acqua, opera legata all’Expo e messa a rischio dalle proteste di associazioni ambientaliste e comitati cittadini milanesi. In un colloquio del 25 marzo scorso intercettato dai magistrati titolari delle indagini, Sergio Catozzo (ex segretario regionale dell’Udc in Liguria arrestato oggi insieme a Paris) parla con Frigerio di un biglietto che, stando a quanto emerge dall’intercettazione ambientale, sarebbe stato inviato al presidente della Regione Lombardia. Grazie a questa missiva, precisa il gip Fabio Antezza nell’ordinanza di custodia cautelare, ”Frigerio avrebbe sollecitato il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, al fine di condurre in porto il lavoro delle Vie d’Acqua, nonostante i reiterati problemi sul cantiere”. Nel documento il giudice riporta testualmente il colloquio tra i due, con Frigerio che spiega a Catozzo: ”senti … di’ ad Enrico (il costruttore vicentino Enrico Maltauro, pure lui arrestato oggi) quando lo vedi che ho scatenato Maroni sulle Vie D’Acqua… infatti e’ li’ che continua a polemizzare sulle vie d’acqua”. Infine Frigerio precisa: ”Ieri ho mandato un biglietto ‘vai avanti con le Vie d’Acqua che hai ragione tu”. fcz gbt

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014