16 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Expo 2015: Maroni, Cantone utile se avra' poteri da Ministro dell'Intern

(ASCA) – Milano, 12 mag 2014 – ”Conosco Raffaele Cantone, e’ una buona scelta. Il suo ruolo sara’ utile se avra’ i poteri d’investigazione che noi non abbiamo, cioe’ se potra’ dialogare direttamente con la Procura. Poteri analoghi a quelli che ha, ad esempio, il ministro dell’Interno per certe indagini”. Cosi’ il presidente della Regione […]

(ASCA) – Milano, 12 mag 2014 – ”Conosco Raffaele Cantone, e’ una buona scelta. Il suo ruolo sara’ utile se avra’ i poteri d’investigazione che noi non abbiamo, cioe’ se potra’ dialogare direttamente con la Procura. Poteri analoghi a quelli che ha, ad esempio, il ministro dell’Interno per certe indagini”. Cosi’ il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, interviene sulla decisione del governo di destinare al presidente dell’authority anticorruzione poteri di controllo sull’Expo. Maroni ribadisce la propria fiducia nei confronti del Commissario unico, Giuseppe Sala: ”E’ stato tradito da uno dei suoi piu’ stretti collaboratori, ma sono convinto che il commissario abbia fatto tutto quello che doveva, per questo gli ribadisco la fiducia della Regione Lombardia”. Quanto al vertice con Matteo Renzi in programma domani a Milano per tracciare un punto aggiornato della situazione, ”ribadiro’ al presidente del Consiglio le nostre richieste e voglio delle risposte certe”, preannuncia il governatore che precisa: ”Mancano 60 milioni di euro nel bilancio della societa’, il Governo si era impegnato a subentrare nelle quote di Palazzo Isimbardi, ma fino ad ora non l’ha fatto. E poi c’e’ il decreto che il commissario Sala ha chiesto per poter coinvolgere la Fiera, ma che ancora non e’ stato emanato. Mi aspetto – ha detto il presidente – che domani su queste e su altre cose, ci siamo risposte certe e concrete. Altrimenti, prenderemo noi le decisioni piu’ opportune per salvaguardare i diritti della Regione Lombardia”. com-fcz cam ss

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014