19 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Expo 2015: Messina (Idv), siamo in piena Tangentopoli

(ASCA) – Roma, 15 mag 2014 – ”Oggi siamo qui davanti, al ministero della Giustizia, per dire no alla corruzione e si’ all’Expo, che deve continuare anche perche’ in ballo ci sono circa centomila posti di lavoro. Vorrei ricordare che nella scorsa legislatura siamo stati gli unici che hanno votato no alla cosiddetta legge anticorruzione […]

(ASCA) – Roma, 15 mag 2014 – ”Oggi siamo qui davanti, al ministero della Giustizia, per dire no alla corruzione e si’ all’Expo, che deve continuare anche perche’ in ballo ci sono circa centomila posti di lavoro. Vorrei ricordare che nella scorsa legislatura siamo stati gli unici che hanno votato no alla cosiddetta legge anticorruzione che, in realta’, ha aiutato i ladri, cancellando i reati di falso in bilancio e concussione per induzione”. E’ quanto ha dichiarato il segretario nazionale dell’Italia dei Valori, Ignazio Messina, che oggi ha partecipato ad un sit-in contro la corruzione e per dire si’ all’Expo, organizzato dal partito a Roma, davanti al ministero della Giustizia. ”I risultati si vedono – attacca il segretario IdV – ormai siamo in piena Tangentopoli, c’e’ una corruzione dilagante e si susseguono arresti e scandali. Non c’e’ bisogno di ricordare che l’Italia dei Valori e’ nata proprio dalla stagione di ”Mani Pulite’, perche’ nel nostro dna c’e’ la lotta al malaffare e alla criminalita’ organizzata”. ”Proprio per questo motivo oggi c’e’ un grande bisogno dell’IdV – sottolinea Messina – perche’ noi siamo gli unici che stanno contrastando questo sistema malato e che combattono concretamente la mafia e le infiltrazioni malavitose negli appalti. Siamo in piazza, infatti, in tutta Italia, per raccogliere le firme per un disegno di legge d’iniziativa popolare per vendere i beni confiscati a ”Cosa nostra’ e per dare il ricavato alle famiglie, alle imprese, alle forze di polizia e al tessuto sociale del terzo settore che rappresenta la linfa vitale dell’economia italiana”. ”Chiediamo, quindi, al governo di prendere in esame il nostro pacchetto di proposte normative sulla giustizia – conclude Messina – presentato nella scorsa legislatura, e snobbato dal Parlamento, perche’ contiene gli strumenti necessari per combattere efficacemente la corruzione e la nuova Tangentopoli”. com-fdv cam alf

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014