17 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Expo: giudici Riesame, Luigi Grillo in grado di influenzare politica

(ASCA) – Milano, 23 giu 2014 – Luigi Grillo ha messo un campo un ”altissimo livello dell’attivita’ di turbativa degli appalti e corruttiva” soprattutto grazie a ”sodali in grado di influenzare anche le scelte politiche”. Lo scrivono i giudici del Tribunale del Riesame di Milano spiegando perche’ all’ex senatore Pdl, arrestato l’8 maggio scorso nell’ambito […]

(ASCA) – Milano, 23 giu 2014 – Luigi Grillo ha messo un campo un ”altissimo livello dell’attivita’ di turbativa degli appalti e corruttiva” soprattutto grazie a ”sodali in grado di influenzare anche le scelte politiche”. Lo scrivono i giudici del Tribunale del Riesame di Milano spiegando perche’ all’ex senatore Pdl, arrestato l’8 maggio scorso nell’ambito dell’inchiesta sulla cupola degli appalti di Expo 2015, non possono essere concessi gli arresti domiciliari. Nell’ordinanza con cui bocciano la richiesta di attenuazione della misura cautelare presentata dai legali dell’ex senatore, i giudici si soffermano sulla ”altissima capacita’ manipolatoria che l’indagato e’ in grado di esercitare”. Grillo, insomma, deve restare in carcere perche’ in caso contrario – questa la convinzione del Tribunale del Riesame – potrebbe inquinare le prove raccolte a suo carico. ”E’ innegabile – scrivono i giudici a questo proposito – che l’indagato Grillo, il quale nel corso delle indagini ha dato prova di sapersi defilare e di evitare di essere direttamente intercettato, dispone di contatti particolarmente rilevanti in grado di influire a suo vantaggio su una prova non ancora consolidata”. Bisogna inoltre tenere conto, evidenzia ancora il Tribunale del Riesame nell’ordinanza, che ”Grillo ha svolto in maniera quasi continuativa fin quasi al giorno dell’arresto un’intensissima attivita’ volta a promuovere le carriere dei pubblici ufficiali negli appalti da manipolare, attraverso i necessari contatti politici e con i vertici delle pubbliche amministrazioni”. fcz cam

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014