Galleria Russo, 'La Funzione del Nero' secondo Tommaso Ottieri

La mostra inaugura in via d'Alibert l'8 maggio 2015

 

Mi piace dipingere le città di notte – spiega l’artista napoletano Tommaso Ottieri. “Di notte tutto cambia: il nero non è più ombra ma diventa di nuovo il contorno che ci è servito per definire la luce”.

La mostra che inaugura l’8 maggio alle 18 presso la Galleria Russo di Roma (via Alibert 20) è un viaggio attraverso le suggestioni e la coesistenza del nero e della luce. E’ anche la prima personale romana di Ottieri, con il titolo ‘La Funzione del Nero’. Curata da Marco Di Capua, la mostra si compone di una ventina di opere in cui l’artista rappresenta spazi urbani, scorci, ponti, strade, teatri e chiese di Parigi, Londra, Venezia, Madrid, Napoli e New York nel loro emergere dall’oscurità notturna attraverso le luci delle città, gli ori delle chiese e le seducenti illuminazioni dei teatri.

E poi l’avete vista una città di notte mentre si sta per atterrare – ricorda il curatore Marco Di Capua. “Migliaia di lucine, una rotante galassia non più stagliata in cielo, ma sdraiata sulla terra. La rivedrete adesso nei quadri di Ottieri, o è un’immagine che le va molto vicino”.

(r.p.)

 

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna