19 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Lombardia: Bulbarelli, incontrero' Marcegaglia su destino raffineria Ies

(ASCA) – Milano, 24 apr 2014 – ”L’obiettivo e’ assolutamente chiaro: salvaguardare l’occupazione, dare il via alla reindustrializzazione dell’area e avere forte attenzione all’ambiente. In questo modo la raffineria Ies avra’ un futuro solido”. Lo ha detto l’assessore regionale alla Casa, Paola Bulbarelli, intervenuta questa mattina all’audizione dei sindacati in quarta Commissione del Pirellone in […]

(ASCA) – Milano, 24 apr 2014 – ”L’obiettivo e’ assolutamente chiaro: salvaguardare l’occupazione, dare il via alla reindustrializzazione dell’area e avere forte attenzione all’ambiente. In questo modo la raffineria Ies avra’ un futuro solido”. Lo ha detto l’assessore regionale alla Casa, Paola Bulbarelli, intervenuta questa mattina all’audizione dei sindacati in quarta Commissione del Pirellone in merito al futuro della Ies di Mantova. ”I dipendenti della raffineria vogliono continuare a svolgere il loro lavoro – ha spiegato l’assessore – e questo deve essere il punto di partenza per ogni trattativa. Per non disperdere le professionalita’ presenti in azienda, di eccellente livello, e’ necessario riconvertire la raffineria in bioraffineria. In tal modo si potranno produrre biocarburanti, che dal 2020 saranno obbligatori, in loco e quindi creare nuova occupazione e preservare quella gia’ esistente, dando serenita’ a centinaia di famiglie del Mantovano”. Proprio per questo, ha aggiunto l’assessore, ”ho intenzione di incontrare Emma Marcegaglia, mantovana doc e nuova presidente di Eni, per confrontarci sulle strategie che l’azienda vorra’ adottare in merito al futuro della raffineria. Nel frattempo voglio tranquillizzare tutte le lavoratrici e i lavoratori della Ies: ho avuto un colloquio telefonico con l’amministratore delegato di Ies, Maurizio Migliarotti, il quale mi ha garantito che l’obiettivo dell’azienda e’ reinvestire sul territorio”. com-fcz rus

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014