17 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Lombardia: Fava, entro 2017 Veterinaria di Milano trasferita a Lodi

(ASCA) – Milano, 1 apr 2014 – Entro il 2017 sara’ trasferita a Lodi la facolta’ di Veterinaria dell’Universita’ degli Studi di Milano, dando cosi’ vita in Lombardia a uno dei cluster nel settore veterinario, zootecnico e agroalimentare piu’ avanzati a livello nazionale e internazionale. Lo ha annunciato – riferisce una nota – l’assessore lombardo […]

(ASCA) – Milano, 1 apr 2014 – Entro il 2017 sara’ trasferita a Lodi la facolta’ di Veterinaria dell’Universita’ degli Studi di Milano, dando cosi’ vita in Lombardia a uno dei cluster nel settore veterinario, zootecnico e agroalimentare piu’ avanzati a livello nazionale e internazionale. Lo ha annunciato – riferisce una nota – l’assessore lombardo all’Agricoltura, Gianni Fava, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione dell’aggiornamento dell’Accordo di Programma sul Polo Universitario e della Ricerca di Lodi. Alla presentazione sono intervenuti il sindaco di Lodi e il rettore dell’Universita’ degli Studi di Milano. La regione Lombardia ”conferma i propri impegni, nonostante il ridimensionamento complessivo dell’intervento, considerando strategica la scelta di un Polo universitario in grado di offrire un’elevata specializzazione nel comparto agro-zootecnico”, ha detto Fava. L’intesa vede la partecipazione di Universita’ degli Studi di Milano, Comune di Lodi, Provincia di Lodi e Regione Lombardia. ”Un’azione, quella messa a punto dagli enti, che ha portato a una sintesi definitiva del progetto – ha aggiunto l’assessore – senza pregiudicare nulla in termini di funzionalita’, dimostrando una corretta gestione delle risorse pubbliche. Niente cattedrali nel deserto, quanto piuttosto un intervento importante, riuscendo a scongiurare il rischio che la situazione si incagliasse, visto che la progettazione era ridondante rispetto alle necessita”’, ha concluso Fava. com-stt rus

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014