23 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Lombardia: Fava, interessi agricoltori al centro Psr

(ASCA) – Milano, 17 lug 2014 – ”Il sistema agricolo e’ prima di tutto un sistema territoriale, in subordine un grande presidio di tipo economico, poi c’e’ indubbiamente una valenza fondamentale anche di tipo ambientale, ma solo per le aziende sostenibili economicamente, perche’ un’azienda che non produce reddito non e’ in grado neppure di gestire […]

(ASCA) – Milano, 17 lug 2014 – ”Il sistema agricolo e’ prima di tutto un sistema territoriale, in subordine un grande presidio di tipo economico, poi c’e’ indubbiamente una valenza fondamentale anche di tipo ambientale, ma solo per le aziende sostenibili economicamente, perche’ un’azienda che non produce reddito non e’ in grado neppure di gestire il territorio. Questo e’ il principio a cui ci siamo ispirati nella realizzazione del Prs regionale”. Lo ha detto l’assessore all’Agricoltura di Regione Lombardia Gianni Fava incontrando, a Faverzano di Offlaga, in provincia di Brescia, i rappresentanti della Cdo Agricoltura, al termine del suo tour nelle aziende del territorio. ”Il Prs e’ un cantiere aperto – ha spiegato l’assessore- non abbiamo amici di serie A o di serie B, categorie preferite, io parlo con le aziende, se queste si organizzano per formulare proposte congiunte, le porte di Regione Lombardia sono aperte”. ”L’obiettivo del Prs – ha sottolineato Fava – e’ favorire tutte le azioni che tendano a migliorare la marginalita’ dell’impresa agricola”. ”Le forme di aggregazione – ha continuato – siano esse cooperative, sistemi consortili, distretti di prodotto, se si organizzano per migliorare la remunerazione dell’agricoltore per noi e’ positivo e lo finanziamo, altrimenti e’ nocivo e non ci interessa”. In conclusione l’assessore Fava ha quindi invitato i rappresentanti della Cdo a considerare l’Assessorato come interlocutore attento e disponibile a raccogliere istanze e proposte per bandi e iniziative attuative del Piano. res rus

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014