Lombardia: Fava, su Psr rispettare la tabella di marcia

Milano, 29 set 2014 ”Vogliamo mantenere i tempi prestabiliti: solo attivando il Psr possiamo evitare danni al sistema delle imprese. In una fase delicata come l’attuale non possiamo lasciare sole le imprese”. Lo ha detto l’assessore regionale all’Agricoltura Gianni Fava, aprendo i lavori del Comitato di sorveglianza sul Programma di sviluppo rurale, riunito oggi a […]

Milano, 29 set 2014 ”Vogliamo mantenere i tempi prestabiliti: solo attivando il Psr possiamo evitare danni al sistema delle imprese. In una fase delicata come l’attuale non possiamo lasciare sole le imprese”. Lo ha detto l’assessore regionale all’Agricoltura Gianni Fava, aprendo i lavori del Comitato di sorveglianza sul Programma di sviluppo rurale, riunito oggi a Milano. ”Il sistema lombardo di imprese – ha ricordato Fava – e’ l’elemento cardine su cui far partire la negoziazione con l’Unione europea. Se qualcuno crede che un supposto sbilanciamento verso le imprese significhi un mancato rispetto degli obiettivi della Politica comune, sbaglia: lo puo’ dire solo se non conosce la realta’ delle cose. In Lombardia il territorio e’ gestito dalle aziende agricole: se partiamo da questo, capiamo perche’ abbiamo tenuto rigidamente sul tema, ma mi auguro questo non diventi motivo di contendere con la Ue. Certo, alcune scelte che hanno ispirato il nostro piano saranno oggetto di dibattito”. red rus

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna