23 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Lombardia: Maroni, Agenzia beni confiscati non soddisfacente

(ASCA) – Roma, 9 apr 2014 – L’Agenzia per i beni confiscati nella regione Lombardia ”non ha un livello di gestione soddisfacente” nell’assegnazione di questi beni anche se la regione prosegue il suo impegno ”per sostenere i Comuni a cui sono assegnati i beni confiscati alla mafia, in particolare attraverso il finanziamento dei lavori per […]

(ASCA) – Roma, 9 apr 2014 – L’Agenzia per i beni confiscati nella regione Lombardia ”non ha un livello di gestione soddisfacente” nell’assegnazione di questi beni anche se la regione prosegue il suo impegno ”per sostenere i Comuni a cui sono assegnati i beni confiscati alla mafia, in particolare attraverso il finanziamento dei lavori per il recupero degli immobili sequestrati alla criminalita’ destinati a finalita’ sociali o istituzionali”. Lo ha affermato il presidente di Regione Lombardia, Roberto Formigoni ascoltato in audizione alla Commissione parlamentare antimafia. Maroni ha poi ricordato che al gennaio 2013 vede la Lombardia la quarto posto tra le regioni italiane per numero di beni confiscati alle organizzazioni criminali con 1.186 immobili sequestrati o confiscati, pari al 10,55 PERCENTO del totale nazionale. Ad essere piu’ colpito e’ la provincia di Milano con oltre 700 immobili sequestrati o confiscati. Il Presidente della Lombardia ha poi riassunto le principali iniziative riguardo l’Esposizione universale di Milano. Tra questi, il Piano di azione Expo Milano 2015 mafia free”, firmato nel gennaio scorso in Prefettura a Milano insieme al Ministro dell’Interno, al Sindaco di Milano e al Commissario unico del Governo per Expo. ”Il piano – ha detto – prevede una serie di interventi finalizzati a sviluppare un’azione coordinata sul territorio per contrastare le infiltrazioni della criminalita’ organizzata negli appalti legati ad Expo”. gc

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014