14 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Lombardia: Terzi, no a progetto rete nazionale inceneritori rifiuti

(ASCA) – Milano, 21 lug 2014 – Regione Lombardia ”non vuole essere la discarica delle inefficienze altrui” accettando rifiuti da fuori regione come prevede il progetto governativo di una rete nazionale degli inceneritori ed ”e’ disponibile a condividere con il Governo e con le altre Regioni le sue pratiche, che hanno portato ottimi risultati e […]

(ASCA) – Milano, 21 lug 2014 – Regione Lombardia ”non vuole essere la discarica delle inefficienze altrui” accettando rifiuti da fuori regione come prevede il progetto governativo di una rete nazionale degli inceneritori ed ”e’ disponibile a condividere con il Governo e con le altre Regioni le sue pratiche, che hanno portato ottimi risultati e all’approvazione del nuovo Programma regionale di Gestione dei rifiuti e delle bonifiche (Prgr), al quale si e’ arrivati grazie alla collaborazione e al confronto con gli attori interessati: Enti locali, associazioni di categoria e imprese”. Lo ha detto – riferisce una nota – l’assessore all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile della Regione Lombardia, Claudia Maria Terzi, a margine della Conferenza dal titolo ‘Promozione della green economy e riorganizzazione delle competenze ambientali’, oggi nella sede della Regione Emilia Romagna, a Bologna. ”La nostra posizione sui rifiuti e’ ormai nota – ha proseguito Terzi – anche il Consiglio regionale si e’ espresso unanime contro il progetto del Governo di una rete nazionale degli inceneritori, che porterebbe in Lombardia e in altre regioni virtuose rifiuti da fuori. La Lombardia non vuole essere la discarica delle inefficienze altrui”. ”Noi non intendiamo accettare – ha puntualizzato la titolare regionale dell’Ambiente – che, ancora una volta, i piu’ virtuosi vengano penalizzati in favore di chi non ha mai, volutamente o meno, affrontato seriamente la questione rifiuti. Non possiamo continuare a frenare chi vuol andare avanti e rispettare le norme, per aspettare chi e’ inattivo”. ”Su questo punto non intendo arretrare di un millimetro – ha concluso l’assessore Terzi – e sono certa che la Regione Emilia Romagna, nonostante il delicato momento politico, sara’ al fianco di Regione Lombardia in questa battaglia, non solo ambientale, ma di giustizia e civilta”’. com-stt sam bra

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014